Non solo Quota 100: nel 2022 non ci sarà Quota 41, Quota 94 e Quota 102. La riforma a 5 Stelle spiegata da Conte

Non solo Quota 100: nel 2022 non ci sarà Quota 41, Quota 94 e Quota 102. La riforma a 5 Stelle spiegata da Giuseppe Conte, leader M5S. Addio per sempre al pensionamento anticipato con i meccanismi a quota fissa?

di , pubblicato il
Non solo Quota 100: nel 2022 non ci sarà Quota 41, Quota 94 e Quota 102. La riforma a 5 Stelle spiegata da Conte

Per il prossimo anno non solo Quota 100 addio: nel 2022 non ci sarà nemmeno la Quota 41, la Quota 94 e la Quota 102. La riforma a 5 Stelle spiegata da Giuseppe Conte. Dato che, nel passaggio dal 2021 al 2022, la fine del triennio sperimentale delle Quota 100 porterà inesorabilmente ad una rivoluzione. Proprio per quel che riguarda le misure di accesso alla pensione anticipata rispetto a quella con i requisiti di vecchiaia.

Secondo Giuseppe Conte, già presidente del Consiglio, ed attuale leader del MoVimento 5 Stelle, ritiene fondamentale prima di tutto garantire dal prossimo anno il pensionamento anticipato ai lavoratori che svolgono le mansioni più gravose.

Non solo Quota 100: nel 2022 non ci sarà Quota 41, Quota 94 e Quota 102. La riforma a 5 Stelle spiegata da Giuseppe Conte

Al riguardo non ci sarà Quota 41, Quota 94 e Quota 102 il prossimo anno, non solo Quota 100 addio. In quanto l’orientamento del Governo italiano non sembra essere propenso ad introdurre nuovi meccanismi di pensionamento anticipato attraverso i sistemi con la quota fissa. Se queste attese saranno confermate, quindi, è molto probabile che l’attuale Ape Social dal 2022 sarà estesa e rafforzata così come riportato in questo articolo.

Non solo Quota 100 addio, quindi. Ma basterà il cosiddetto super Ape Social 2022 a coprire le esigenze di pensionamento anticipato dei lavoratori. Senza l’attuale misura, dal prossimo anno, che permette il ritiro dal lavoro con 62 anni di età e con 38 anni di contributi versati?

Ape Social rafforzato ed esteso sarà sufficiente per le pensioni anticipate nel 2022?

Non solo Quota 100 addio, tra l’altro, è all’ordine del giorno per la riforma delle pensioni. Si stima che, grazie proprio al super Ape Social, dal 2022 circa mezzo milione di lavoratori potrà andare in pensione.

Con il probabile requisito anagrafico di 63 anni.

Ma prima di fare delle valutazioni definitive occorrerà conoscere la lista ufficiale che, per il nuovo Ape Social, riguarderà proprio tutte le nuove mansioni gravose aggiunte rispetto a quelle attuali. Aspettando che in merito il Governo italiano esca finalmente allo scoperto.

Argomenti: , , , ,