Maggiorazione contributiva invalidi: per quanti anni spetta e quando fare domanda

Per la maggiorazione contributiva c'è un massimo di numero di anni riconosciuti. Vediamo quando va presentata la domanda per il riconoscimento dei contributi figurativi.

di , pubblicato il
assegno invalidità nel pubblico impiego
  1. Salve ho ottenuto una percentuale di invalidità del 100% con revisione annuale. Le chiedo quando devo presentare domanda per ottenere la maggiorazione contributiva dei due mesi per ogni anno lavorato ovvero adesso appena ottenuta l’invalidità oppure prima di andare in pensione. Grazie
  2. Lavoro dal 1982 con invalidità riconosciuta al 75%. Vorrei sapere quanti contributi figurativi per la maggiorazione contributiva riconosciuta agli invalidi mi spettano e quanto mi manca alla pensione anticipata.
    Sono uomo.
  3. Buongiorno gentile Patrizia comunque sia se una persona aveva invalidità del 80%  è l’ ha avuta per 7 anni consecutivi lavorando sempre nello stesso posto,
    alla prossima visita se gli abbassano la percentuale a 67% e continua a lavorare al momento della richiesta pensione può fruire di questi 2 mesi per ogni anno lavorato da invalido?

Maggiorazione contributiva invalidi

1) La domanda per i contributi figurativi spettanti agli invalidi con percentuale superiore al 74% per gli anni lavorati in costanza di invalidità va presentata prima di andare in pensione. Questo perché se la presenta ora, che le è stata appena riconosciuta l’invalidità, non si sa ancora al momento del pensionamento quanti contributi figurativi le dovranno essere riconosciuti. Di norma la domanda si presenta contestualmente alla domanda di pensione per fare in modo che siano conteggiati tutti i mesi di contributi figurativi derivanti dalla maggiorazione contributiva negli anni lavorati effettivamente come invalido.

2) Se lavora in costanza di invalidità dal 1982 parliamo di 37 anni in cui dovrebbero esserle riconosciuti 74 mesi di contribuzione figurativa. Ma la normativa della maggiorazione contributiva prevede che siano riconosciuti ai lavoratori invalidi con percentuale superiore al 75% 2 mesi di contributi figurativi per ogni anno di lavoro prestato come invalido per un massimo di 5 anni. Le spetta, quindi, una contribuzione figurativa di 5 anni come maggiorazione contributiva, che è il limite massimo riconosciuto. Sommando la maggiorazione (che le ricordo essere valida solo per il diritto alla pensione ma non per la misura, quindi non sarà calcolata ai fini dell’assegno pensionistico) contributiva ai 37 anni di contributi maturati, lei è in possesso di 42 anni di contributi. Per accedere alla pensione anticipata, quindi, le mancano 10 mesi di contributi e i 3 mesi di attesa per la decorrenza della pensione.

Le ricordo che per il riconoscimento della maggiorazione contributiva deve presentare apposita domanda contestualmente a quella di pensione.

3) La maggiorazione contributiva è valida per ogni anno lavorato con invalidità superiore al 74%. Se l’invalidità, in seguito, viene abbassata, gli anni lavorati con la percentuale più alta vengono comunque riconosciuti. Se ha lavorato per 7 anni con invalidità all’80%, quindi, le spettano 14 mesi di contribuzione figurativa per la maggiorazione agli invalidi anche se in seguito la sua invalidità è stata abbassata. Deve, però, presentare domanda all’INPS per il riconoscimento della maggiorazione che non viene riconosciuta in automatico.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,