Istituiti i codici tributo per distinguere in F24 il Recupero del taglio cuneo fiscale

Istituiti i codici tributo per il versamento delle ritenute sui trattamenti pensionistici e redditi di lavoro dipendente e assimilati, operate dai sostituti d’imposta dopo il conguaglio di fine anno.

di , pubblicato il
cartelle-agenzia-entrate

L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 6 del 28 gennaio 2021, ha istituito i nuovi codici tributo per il versamento, tramite i modelli F24 e F24 “enti pubblici” (F24 EP), delle ritenute sui trattamenti pensionistici e redditi di lavoro dipendente e assimilati, operate dai sostituti d’imposta dopo il conguaglio di fine anno e nelle buste paga successive, da quelli relativi al recupero dell’indebita ulteriore detrazione fiscale.

Modello F24

Al fine di tenere distinti i versamenti delle ritenute operate a decorrere dal 2021, dopo le operazioni di conguaglio relative all’anno d’imposta precedente, per il modello F24 ordinario sono istituiti i seguenti codici tributo:

  • “1066” denominato “Ritenute sui trattamenti pensionistici e redditi da lavoro dipendente e assimilati, operate dopo il relativo conguaglio di fine anno”;
  • “4934” denominato “Ritenute sui trattamenti pensionistici e redditi da lavoro dipendente e assimilati, operate dopo il relativo conguaglio di fine anno, maturate in Valle d’Aosta e versate fuori dalla regione stessa”;
  • “4935” denominato “Ritenute sui trattamenti pensionistici e redditi da lavoro dipendente e assimilati, operate dopo il relativo conguaglio di fine anno, versate nella regione Valle d’Aosta e maturate fuori dalla regione stessa”.

Questi codici tributo devono essere esposti nella sezione “Erario”, esclusivamente in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “Importi a debito versati”, indicando nei campi denominati “Rateazione/regione/prov./mese rif.” e “Anno di riferimento”, rispettivamente, il mese per cui si effettua il pagamento della ritenuta e l’anno d’imposta cui si riferisce la ritenuta stessa, nei formati “00MM” e “AAAA”.

Modello F24 “enti pubblici” (F24 EP)

Per quanto riguarda, invece, il modello “F24 enti pubblici” (F24 EP), i codici tributto da utilizzare sono i seguenti:

  • “103E” denominato “Ritenute sui trattamenti pensionistici e redditi da lavoro dipendente e assimilati, operate dopo il relativo conguaglio di fine anno”;
  • “193E” denominato “Ritenute sui trattamenti pensionistici e redditi da lavoro dipendente e assimilati, operate dopo il relativo conguaglio di fine anno, maturate in Valle d’Aosta e versate fuori dalla regione stessa”;
  • “194E” denominato “Ritenute sui trattamenti pensionistici e redditi da lavoro dipendente e assimilati, operate dopo il relativo conguaglio di fine anno, versate nella regione Valle d’Aosta e maturate fuori dalla regione stessa”.

In sede di compilazione del modello F24 EP, questi codici tributo sono esposti nella sezione “dettaglio versamento”, indicando:

  • nel campo “sezione”, il valore “F” (Erario);
  • nel campo “codice tributo/causale”, il codice tributo;
  • nel campo “riferimento A”, il mese per cui si effettua il pagamento della ritenuta, nel formato “00MM”;
  • nel campo “riferimento B”, l’anno d’imposta cui si riferisce la ritenuta, nel formato “AAAA”.

Articoli correlati

Argomenti: , ,