Incentivi auto 2022, ecco le risposte chiave alle domande più comuni e ai dubbi più frequenti

Per gli incentivi auto 2022, ecco tutto quello che c'è da sapere. Dalle risposte chiave alle domande più comuni, e fino ad arrivare ai dubbi più frequenti per chi vuole acquistare una nuova vettura con i contributi statali. Facciamo chiarezza.

di , pubblicato il
Incentivi auto 2022, ecco le risposte chiave alle domande più comuni e ai dubbi più frequenti

Per gli incentivi auto del 2022, ecco tutto quello che c’è da sapere. Dalle risposte chiave alle domande più comuni, e fino ad arrivare ai dubbi più frequenti per chi vuole acquistare una nuova vettura con i contributi statali.

Da chi può accedere agli incentivi auto 2022 a quale deve essere il prezzo massimo di listino per la nuova vettura da acquistare. E passando per quale deve essere l’auto da rottamare al fine di massimizzare lo sconto statale sull’acquisto del nuovo mezzo a quattro ruote.

Incentivi auto nel 2022, ecco le risposte chiave alle domande più comuni e ai dubbi più frequenti

Nel dettaglio, i contributi sono accessibili solo ai privati ed alle società di car sharing. Con lo sconto statale massimo che decresce all’aumentare dei livelli di emissioni di CO2 della nuova auto da acquistare. Ricordando che i nuovi incentivi auto 2022 arrivano fino a ben 5.000 euro con la rottamazione.

Vediamo allora come nel dettaglio.

In particolare, gli incentivi auto del 2022 sono massimi con la rottamazione, proprio a 5.000 euro, quando la nuova vettura acquistata rientra nella fascia di emissioni 0-20 g/km CO2. In questo caso, infatti, il contributo statale è pari a 3.000 euro più altri 2.000 euro di contributo alla rottamazione.

Quale auto si può rottamare per massimizzare il contributo statale?

Gli incentivi auto del 2022, quindi, sono più alti in caso di acquisto del nuovo mezzo con la rottamazione. Ma l’auto da rottamare, al momento dell’acquisto, deve essere posseduta da almeno 12 mesi dalla persona fisica o da parte di un familiare convivente. In più, non tutte le auto si possono rottamare per l’accesso agli incentivi statali. Ma solo quelle che, rigorosamente usate, sono di classe inferiore ad Euro 5.

Infine, ricordiamo che per monitorare la situazione dei fondi a disposizione per gli incentivi il portale istituzionale di riferimento è sempre ecobonus.mise.gov.it.

Argomenti: