Imu 2014: pagamento in ritardo, ravvedimento e sanzioni

Ecco come pagare la prima rata IMU in ritardo dopo la scadenza del 16 giugno 2014 con l'istituto del ravvedimento operoso

di , pubblicato il
Ecco come pagare la prima rata IMU in ritardo dopo la scadenza del 16 giugno 2014 con l'istituto del ravvedimento operoso

Ecco come pagare l’Imu 2014 in ritardo, dopo la scadenza del 16 giugno con il ravvedimento operoso. Il pagamento della prima rata dell’IMU sulla prima casa di lusso e sulle seconde è passato lo scorso 16 giugno 2014, ma per chi non avesse pagato ecco le sanzioni a cui si va incontro.

Scadenza IMU 2014: chi paga e chi no

Sono tenuti al versamento dell’IMU da quest’anno i proprietari di prima casa solo se di lusso e di pregio e di seconde (per gli immobili esenti si rinvia a IMU 2014, ecco chi sono gli esenti dalla scadenza del 16 giugno). Il versamento è scaduto lo scorso 16 giugno scorso ( si veda Tasi, Imu, 730, Irpef in scadenza, ecco il lunedì nero del Fisco  

Pagare IMU in ritardo: ecco come fare

Per chi non avesse rispettato questa scadenza è possibile rimediare con l’istituto del ravvedimento operoso (così come per la Tasi per cui si veda In particolare si può pagare l’Imu in ritardo:

  • con il ravvedimento sprint: entro 14 giorni dalla data di scadenza, con una sanzione dello 0,2% per ogni giorno di ritardo
  • con il ravvedimento breve: tra il 15esimo giorno e il 30esimo, con una sanzione del 3%
  • con il ravvedimento lungo: oltre il 30esimo giorno dalla data di scadenza, la sanzione applicata sarà del 3,75%.

Si dovranno pagare anche gli interessi legali pari all’1% annuo. Occhio a  compilare esattamente il modello F24 dove le istruzioni saranno le stesse di quelle previste per pagare la prima rata ( si rinvia a IMU e Tasi: calcolo, pagamento, F24 e bollettino. La mini guidaIMU F24 e codici tributo: guida alla compilazione. Esempio modello), ma in più si dovrà sbarrare la casella relativa al ravvedimento (“Ravv”).

 

Argomenti: