Il bonus TV può arrivare a 130 euro: ecco quando e per chi

Sta per entrare ufficialmente in vigore il nuovo bonus TV di 100 euro il quale diventa cumulabile con l’altro bonus di 50 euro

di , pubblicato il
Il bonus TV può arrivare a 130 euro: ecco quando e per chi

Firmato, dal ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, il decreto che dà il via al nuovo bonus TV di 100 euro per la rottamazione del vecchio televisore ed il contestuale acquisto del nuovo apparecchio TV che sia in linea con il nuovo standard della televisione digitale terrestre (DVB-T 2 con codifica Hevc main 10).

Il bonus andrà in vigore dopo 15 giorni la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale e sarà disponibile fino al 31 dicembre 2022 salvo esaurimento anticipato delle risorse (circa 250 milioni di euro).

Cos’è il nuovo bonus TV e a chi spetta

In attesa di conoscere il contenuto definitivo del decreto attuativo del nuovo bonus TV, ciò che è certo è che l’incentivo non è legato al valore ISEE del nucleo familiare.

È pari al 20% del prezzo di acquisto fino ad un massimo di 100 euro.

Tra le condizioni per averlo è richiesto di:

  • avere residenza in Italia
  • essere in regola con l’abbonamento RAI
  • rottamare il vecchio televisore (non in linea con il nuovo standard) acquistato o posseduto prima del 16 dicembre 2018.
  • Può essere ottenuto una sola volta per nucleo familiare (lo stesso nucleo familiare, dunque, ha diritto ad un solo bonus TV in commento).

È cumulabile con l’altro bonus TV di 50 euro spettante a chi abbia un ISEE familiare fino a 20.000 euro. In caso di cumulabilità, comunque, quest’ultimo incentivo scende a 30 euro (dunque, cumulando i due bonus il cittadino potrà contare su un beneficio massimo di 130 euro).

Come rottamare il vecchio televisore per aver il bonus TV

Il nuovo bonus Tv di 100 euro spetta, dunque, a tutti i cittadini che rottamano il vecchio televisore e acquistano il nuovo in linea con il nuovo standard di ricezione del digitale terrestre.

Il nuovo apparecchio acquistato deve essere compreso nell’elenco del Ministero dello Sviluppo economico delle apparecchiature idonee.

La rottamazione, potrà avvenire direttamente presso il punto vendita dove si acquista il nuovo televisore oppure in altri punti di discarica autorizzati.

Nel primo caso sarà il venditore ad occuparsi poi dello smaltimento e ad applicare all’acquirente uno sconto del 20% (fino ad un massimo di 100 euro) sul prezzo del nuovo televisore acquistato.

Nell’ipotesi, invece, della consegna del vecchio televisore in un punto di discarica autorizzato, il soggetto che consegna l’apparecchio compila un modulo in cui dichiara di possedere tutti i requisiti per godere del bonus. Una copia di tale modulo andrà poi consegnata nel punto vendita in cui si acquisterà il nuovo apparecchio televisivo su cui si riceverà lo sconto del 20%.

Il veditore recupera a sua volta l’importo nella forma del credito d’imposta da poter utilizzare in compensazione.

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: ,