Fino a 1800 euro al mese di bonus sulla 104: come funziona il Long Term Care per disabili

L’INPS ha pubblicato, il 3 febbraio 2022, la graduatoria dell’ultimo bando di concorso dedicato al Long Term Care per soggetti disabili

di , pubblicato il
Fino a 1800 euro al mese di bonus sulla 104: come funziona il Long Term Care

Un contributo, fino a 1.800 euro per 36 mesi, finalizzato alla copertura (totale o parziale) del costo sostenuto da soggetti con patologie che richiedono cure di lungo periodo e il ricovero nelle Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) o in strutture specializzate.

E’ questo il c.d. Long Term Care. Per ottenerlo occorre presentare apposita richiesta all’INPS. E’ quest’ultima ad emanare l’apposito bando di partecipazione (tenendo conto delle risorse disponibili per questo scopo).

Cosa serve per partecipare al bando e come fare domanda

Ai fini della presentazione della domanda è necessario l’ISEE socio-sanitario residenziale riferito al nucleo familiare di appartenenza del beneficiario o l’ISEE minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi.

Questo perché dal valore ISEE dipenderanno:

  • il posizionamento in graduatoria
  • l’ammontare del contributo
  • il beneficiario
  • l’ambito Territoriale.

La domanda è presentata con una delle seguenti modalità:

  • online, utilizzando il servizio “Domande Welfare in un click” (servono credenziali SPID, CIE o CNS)
  • tramite Contact center, al numero gratuito 803 164 (da rete fissa) o al numero a pagamento 06 164 164 (da telefono cellulare), sempre utilizzando le credenziali personali;
  • tramite Patronato, inserendo il protocollo della DSU e gli estremi del verbale che certifica lo stato di invalidità.

I tempi di lavorazione della pratica da parte dell’INPS, in genere sono di circa 30 giorni. Quelli per la presentazione della richiesta sono fissati dal bando stesso.

Long term care disabili: l’ultima graduatoria INPS

L’INS ha pubblicato la graduatoria al 3 febbraio 2022 dei vincitori e degli idonei al bando di concorso 2019.

Al fine di rispettare la privacy, la graduatoria indica solo il numero di protocollo INPS della domanda il quale può essere confrontato con quello che il richiedente ha ricevuto sulla propria posta elettronica al momento della domanda stessa.

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: ,