Esenzione Irap lavoratori autonomi: quando si applica?

L'Irap non è sempre dovuta in presenza di autonoma organizzazione quando c'è esiguità di investimenti o assenza di dipendenti.

di , pubblicato il
L'Irap non è sempre dovuta in presenza di autonoma organizzazione quando c'è esiguità di investimenti o assenza di dipendenti.

Quali sono i lavoratori autonomi soggetti ad Irap? Per essere applicato l’Irap è necessaria la sussistenza di determinati requisiti, quindi non a tutti i lavoratori autonomi e i professionisti presentano il presupposto per l’applicazione dell’Irap.   L’esistenza di una autonoma organizzazione rappresenta uno dei presupposti.   Vediamo quali sono i requisiti che i lavoratori autonomi devono possedere per applicare l’Irap:

  • il professionista è responsabile dell’organizzazione
  • il professionista non è inserito in organizzazioni a responsabilità ed interesse altrui
  • i beni strumentali eccedenti il minimo indispensabile per l’esercizio dell’attività in assenza di organizzazione sono utilizzati dal professionista o quest’ultimo di avvale di lavoro altrui in modo occasionale.

  Con la sentenza 13488 del 2015 la Corte di Cassazione ha chiarito che non esiste nessun requisito di autonoma organizzazione, l’Irap, quindi, in presenza di esiguità di investimenti, non è dovuta.

Quindi in quali casi si presenta l’esenzione dell’Irap per i lavoratori autonomi?   Qualora si verifichi l’assenza di investimenti o di dipendenti il professionista non deve pagare l’Irap. L’onere di dimostrare l’assenza del presupposto dell’Irap è a carico del contribuente che chiede il rimborso dell’imposta versata e non

Argomenti: