Dichiarazione precompilata 2021: rimborsi e versamenti

Le modalità di rimborso o versamento dell’imposta che scaturisce dalla dichiarazione precompilata 2021 variano a seconda che trattasi di Modello 730 con o senza sostituto d’imposta

di , pubblicato il
Dichiarazione precompilata 2021: rimborsi e versamenti

L’accettazione, la modifica, le integrazioni e l’invio della dichiarazione precompilata 2021 (anno d’imposta 2020), ossia Modello 730 precompilato 2021, potranno avvenire dal 19 maggio.

Il Modello 730 precompilato 2021 è disponibile dal 10 maggio 2021 e il termine ultimo per l’invio, salvo proroghe, è stabilito al 30 settembre 2021.

In merito all’erogazione dei rimborsi (ovvero del credito d’imposta che ne scaturisce) o al versamento del debito d’imposta che ne risulta, occorre distinguere a seconda che trattasi di Modello 730 presentato da contribuente che ha sostituto d’imposta che può fare conguaglio oppure se trattasi di contribuente senza sostituto d’imposta.

Dichiarazione precompilata 2021 con sostituto d’imposta

Nel caso di invio di Modello 730 precompilato 2021con sostituto d’imposta”, se dal prospetto di liquidazione risulta un credito d’imposta o un debito d’imposta, questi sono rispettivamente accreditati o addebitati direttamente dal sostituto nella busta paga (se dipendente) o cedolino pensione (se pensionato).

Inoltre, laddove dovesse risultare un credito d’imposta, il contribuente può anche decidere di utilizzarlo (tutto o in parte) in compensazione in F24 per il versamento di altri tributi (come ad esempio l’IMU). Tale scelta dovrà essere fatta nello stesso Modello 730.

Modello 730 precompilato 2021 senza sostituto d’imposta

Laddove, invece, si tratti di Modello 730 precompilato 2021 “senza sostituto d’imposta”, valgono le seguenti regole:

  • nel caso in cui scaturisce un credito d’imposta, il contribuente:
    • se chiede l’importo a rimborso, lo riceverà direttamente dall’Agenzia delle Entrate (e se ha fornito all’Agenzia il codice IBAN il rimborso viene accreditato direttamente su conto corrente)
    • può anche decidere di utilizzare, in tutto o in parte, il credito in compensazione nel Modello F24 (tale scelta dovrà essere fatta nello stesso Modello 730)
  • nell’ipotesi in cui scaturisce un debito d’imposta:
    • se è il contribuente che invia direttamente la dichiarazione precompilata 2021, può effettuare il pagamento tramite la stessa applicazione online (la procedura consente, infatti, di indicare l’IBAN del conto corrente su cui effettuare l’addebito) oppure può anche stampare il modello F24 che l’Agenzia ha già precompilato con i dati necessari e pagare con le modalità ordinarie
    • nel caso in cui, invece, il contribuente per il Modello 730 precompilato 2021 si rivolge a un intermediario (CAF o professionista), può trasmettere in via telematica il modello F24 all’Agenzia delle Entrate tramite lo stesso intermediario oppure versare con il modello F24 che gli sarà consegnato.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,