Detrazioni IRPEF 2022 pensionati, dipendenti e lavoratori autonomi: ecco le nuove quattro fasce di reddito

Detrazioni IRPEF nel 2022 per i pensionati, per i lavoratori dipendenti e per lavoratori autonomi: ecco le nuove quattro fasce di reddito. Ecco, punto per punto, come cambia davvero tutto.

di , pubblicato il
Aumento addizionali comunali IRPEF e tassa di imbarco, colpo di scena con il nuovo Decreto aiuti

Per le detrazioni IRPEF dal 2022 per i pensionati, per i lavoratori dipendenti e per i lavoratori autonomi, ecco le nuove quattro fasce di reddito. Perché il Governo italiano, in linea con le attese, ha presentato il maxiemendamento alla Legge di Bilancio. Quello che è finalizzato proprio a portare da 5 a 4 gli scaglioni IRPEF. Così come è riportato in questo articolo.

Per quella che è una riforma fiscale che poggia su una dotazione finanziaria complessiva che, pari a ben 8 miliardi di euro, punta a ridurre le tasse ai contribuenti proprio a partire dal prossimo anno. Nel dettaglio, le detrazioni IRPEF 2022 per i pensionati, per i lavoratori dipendenti e per i lavoratori autonomi garantiranno un risparmio di imposta rispetto agli attuali 5 aliquote per l’imposta sul reddito per le persone fisiche.

Detrazioni IRPEF 2022 per i pensionati, per i lavoratori dipendenti e per i lavoratori autonomi. Ecco le nuove quattro fasce di reddito

In particolare, per le detrazioni IRPEF dal 2022 il primo scaglione è fissato al 23% fino a 15.000 euro. Si sale al 25% con il secondo scaglione per la parte di reddito eccedente i 15.000 euro e fino a 28.000 euro. Terzo scaglione al 35% da 28.001 euro e fino a 50.000 euro. E quinto ed ultimo scaglione al 43% per il reddito eccedente la soglia dei 55.000 euro.

Le detrazioni IRPEF dal 2022 per i pensionati, per i lavoratori dipendenti e per i lavoratori autonomi, quindi, si baseranno su questi 4 scaglioni. Rispetto a quelli vigenti che sono 5. Ovverosia, al 23%, al 27%, al 38%, al 41% ed al 43%.

Con le nuove quattro fasce di reddito risparmi fiscali corposi per il ceto medio

La riforma fiscale, per quel che riguarda l’imposta sul reddito delle persone fisiche, avrà un maggiore impatto sugli scaglioni di mezzo.

E non a caso per le detrazioni IRPEF dal 2022 per i pensionati, per i lavoratori dipendenti e per i lavoratori autonomi, il risparmio fiscale sarà più corposo per il cosiddetto ceto medio. Ed in ogni caso, proprio per evitare di penalizzare i contribuenti con i redditi bassi, il nuovo sistema a scaglioni IRPEF sarà integrato con il vecchio bonus Renzi. Precisamente, sarà riassorbito sotto forma di detrazione fiscale.

Argomenti: , , , , , , , , , , , , , , , , ,