Bonus casa 50 e 65%, sì alla proroga per il 2015

Si apre la via alla proroga dei bonus 50 e 65% sulla casa, ma incerta è quella del bonus mobili. La conferma dal vice ministro Morando

di , pubblicato il
Si apre la via alla proroga dei bonus 50 e 65% sulla casa, ma incerta è quella del bonus mobili. La conferma dal vice ministro Morando

Possibile la proroga al 2015 dei bonus casa al 50 e 65% , la detrazione per lavori di ristrutturazione e di risparmio energetico. La Legge di Stabilità 2015 sembra che prorogherà il bonus per la ristrutturazione edilizia e la riqualificazione energetica degli edifici rispettivamente al 50 e 65%. Lo ha confermato in via ufficiale il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, in occasione delle celebrazioni per i 50 anni dell’Autostrada del Sole.

Il decreto Sblocca Italia ha messo a disposizione 4 miliardi di euro.

Proroga detrazione ristrutturazione e risparmio energetico 2015

La decisione si basa sulla constatazione dell’efficienza del bonus: nel 2013 ha prodotto interventi per 27,5 miliardi di euro (+40% rispetto al 2012) dei quali 23,5 mld da investimenti in ristrutturazioni e 4 mld da lavori di riqualificazione energetica. Smentita quindi la riduzione di agevolazione dal 50 al 40%. E’ verosimile che la proroga durerà solo un anno: i ribassi quindi dovrebbero scattare dal 2016.

La conferma dal vice ministro Morando

La conferma arriva dal vice ministro Morando: “Le detrazioni  ristrutturazioni edilizie ed efficientamento energetico saranno disponibili anche il prossimo anno, con gli stessi livelli” – ha confermato il vice ministro dell’Economia al Verona Efficiency Summit che si è svolto nella prima giornata di Smart Energy Expo (8-10 ottobre) che continua – “Dubito che sia utile renderle permanenti perché in tempi di crisi sono uno strumento per aiutare il settore edilizio e delle energie rinnovabili: dare l’idea che si possono rimandare ad anni successivi è controproducente”. Gli importi massimi dell’ecobonus al 65% cambiano in base alle tipologie di riqualificazione energetica: 100 mila euro per la riduzione del fabbisogno energetico dell’edificio, 60 mila euro per interventi su pareti e infissi e per l’installazione di pannelli solari e infine 30mila euro per la sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale (quindi la caldaia). [fumettoforumright]

E il bonus mobili?

La detrazione al 50% per le ristrutturazioni edilizie concede un massimo di 96 mila euro per ogni singola unità immobiliare.  Stesso riconoscimento per gli interventi antisismici. Non è chiaro se è stato prorogato anche il bonus mobili del 50% fino a 10 mila euro ma esclusivamente per mobili o elettrodomestici destinati a un immobile oggetto di ristrutturazione agevolata.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.