Oltre 5 mila posti per lavorare con l’Agenzia delle Entrate in tutta Italia: i profili richiesti per il 2023

Sono oltre 5.000 i posti da ricoprire. Ci saranno nuovi concorsi Agenzia delle Entrate anche nei primi 6 mesi del 2023. Ecco i profili ricercati

di , pubblicato il
dichiarazione di successione

L’ambito posto fisso è oggi ancora possibile. Quando parliamo di posto fisso non possiamo che riferirci a quello statale. Oggi, lavorare nel settore privato come dipendente di qualche azienda non è più certezza di lavoro per tutta la vita. La crisi economica che imperversa da anni in Italia (ed in Europa in genere) ha portato molte aziende a chiudere i battenti o quanto meno a ridimensionare il personale. Molti lavoratori licenziati o messi in cassa integrazione.

L’unica certezza del lavoro “per tutta la vita”, dunque, resta esclusivamente il posto pubblico. Per accedervi, tuttavia, nella maggior parte dei casi occorre partecipare e superare un concorso. Ed a proposito di concorso, nei primi 6 mesi del 2023, ci saranno nuovi concorsi dell’Agenzia delle Entrate.

Nella maggior parte di casi si tratterà di ruoli destinati a profili con lauree ad indirizzo giuridico-economico. Non mancheranno, comunque, profili di informatica e ingegneria.

Concorsi Agenzia delle Entrate, quelli con domanda scaduta nel 2022

Come detto, da qui al prossimo anno ci saranno altre assunzioni all’Agenzia Entrate.

I posti complessivi da ricoprire sono otre 5.000 suddivisi per vari ruoli. Per il secondo semestre 2022 è stato possibile presentare domanda entro il 23 settembre 2022 per l’assunzione di circa 2.500 funzionari da suddividere tra ambiti:

  • tributario
  • servizi legali
  • logistica e approvvigionamenti
  • servizi di pubblicità immobiliare.

Per la partecipazione a questo bando era richiesta la laurea ad indirizzo giuridico-economico.

Non mancano concorsi Agenzia delle Entrate per assumere funzionari tecnici. Sempre con scadenza 23 settembre 2022 è stato possibile fare domanda per l’assunzione di 130 posti. Il bando si riferisce a laureati in architettura e ingegneria che abbiano anche regolare iscrizione al relativo albo professionale.

Qualcosa è previsto anche per gli uffici dell’Agenzia nell’area della Provincia di Bolzano. Si tratta di13 assunzioni supporto amministrativo, tributario e informatico.

Qui, per partecipare alla selezione pubblica è stato sufficiente anche il solo diploma di istruzione secondaria di secondo grado. Occorre anche certificare la conoscenza della lingua italiana e tedesca.

I bandi che usciranno nel 2023

Per il primo semestre 2023, previsti altri concorsi Agenzia delle Entrate. Saranno reclutati 60 assistenti informatici da inquadrare nella seconda area F3. I vincitori si occuperanno della gestione operativa e della manutenzione del sistema informatico locale, fornendo supporto agli utenti sia in ambito tecnico (hardware) che applicativo (software). Per la partecipazione sarà richiesto il possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado.

Un concorso anche per il reclutamento ulteriori 1.644 funzionari con conoscenze specifiche in materia tributaria e contabilità aziendale per attività di accertamento fiscale, contenzioso tributario, dichiarazioni fiscali, assistenza ai contribuenti, coordinamento e indirizzo nella lotta all’evasione fiscale, fiscalità internazionale, controllo di gestione. La partecipazione al bando richiederà laurea ad indirizzo economico-giuridico.

Argomenti: ,