Cassetto fiscale Agenzia delle Entrate: guida per i contribuenti

Il Cassetto Fiscale: che cos'è e come effettuare la registrazione ai servizi online dell'Agenzia delle Entrate.

di , pubblicato il
Il Cassetto Fiscale: che cos'è e come effettuare la registrazione ai servizi online dell'Agenzia delle Entrate.

Il Cassetto Fiscale è il servizio dell’Agenzia delle Entrate che consente ai contribuenti la consultazione delle proprie informazioni fiscali relative a:

  • dati anagrafici;
  • dati delle dichiarazioni fiscali;
  • dati di condono e concordati;
  • dati dei rimborsi;
  • dati dei versamenti effettuati tramite Modello F24 e F23;
  • dati patrimoniali (atti del registro).

Il servizio è disponibile per tutti i contribuenti con riferimento alla propria posizione fiscale. I professionisti abilitati al servizio Entratel (di cui all’art 3, comma 3, del DPR n. 322/98) possono consultare anche i dati relativi ai clienti e il Cassetto Fiscale, previa presentazione all’Ufficio delle Entrate delle deleghe conferite dai clienti all’intermediario. E’ necessario inserire per gli utenti Fisconline il codice PIN rilasciato dall’Agenzia delle Entrate.

Come ottenere il PIN per la registrazione a Fisco online e accedere al Cassetto Fiscale

Contestualmente alla registrazione è possibile effettuare la richiesta del codice PIN che consente l’ accesso ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate. Il sito fornisce solo prime quattro cifre del PIN, le restanti sei verranno, inviate nei successivi quindici giorni all’ indirizzo di residenza del contribuente. Una volta in possesso delle credenziali per l’accesso e del codice PIN completo di tutte e dieci le cifre, potrete accedere ai servizi online del sito internet dell’ Agenzia delle Entrate, tra cui l’accesso al Cassetto Fiscale. Per accedere al proprio Cassetto Fiscale si dovrà cliccare su ″Consultazione/Cassetto fiscale″, inserire il PIN di dieci cifre e premere invio. Il servizio del Cassetto Fiscale del contribuente è organizzato nelle seguenti sezioni:

  • dati del CONTRIBUENTE: dove sono contenuti i dati anagrafici e qualora presenti, i dati sui rappresentanti, sulle rappresentanze, sui depositari e sui depositanti e sulle società confluite;
  • dati delle DICHIARAZIONI FISCALI: dove sono contenuti i dati delle dichiarazioni a partire dall’anno d’imposta 1998, nonché le comunicazioni che ti vengono inviate;
  • dati di CONDONO e CONCORDATI: dove sono contenuti i dati delle dichiarazioni di Condono (articoli 8, 9, 9-bis e 14 delle legge 27 dicembre 2002, n.
    289) e le comunicazioni di Concordato (articolo 7 delle legge 27 dicembre 2002, n.289) e Concordato Preventivo Biennale;
  • dati dei RIMBORSI: dove sono contenuti i dati dei rimborsi erogati a seguito della liquidazione della dichiarazione dei redditi per gli anni di imposta dal 1994, ed i dati dei rimborsi automatizzati scaturiti da dichiarazioni ed istanze di tipo IVA;
  • dati dei VERSAMENTI: dove sono contenuti i dati dei versamenti effettuati tramite i modelli F23 e F24, nonché le quietanze degli F24;
  • dati PATRIMONIALI: dove sono contenuti i dati relativi agli atti registrati presso gli uffici finanziari a partire dal 1986.

Se non arriva la comunicazione della restante parte del PIN, cosa fare?

Nel caso trascorsi 15 giorni dalla registrazione, e non sono state recapitate le cifre mancanti del PIN, sarà necessario recarsi in uno degli Uffici dell’Agenzia delle Entrate dove verrà ristampata la comunicazione non pervenuta. Non sono ammesse deleghe, quindi il contribuente dovrà recarsi personalmente. La ristampa vi darà la possibilità di mettere insieme il PIN e accedere ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate, tra cui il Cassetto Fiscale.

Argomenti: