Bonus terzo figlio: esiste veramente? Facciamo chiarezza sull’ANF per famiglie numerose

Che cos'è il bonus terzo figlio di cui si sente tanto parlare? Esiste veramente e, nel caso, chi ne ha diritto?

di , pubblicato il
Che cos'è il bonus terzo figlio di cui si sente tanto parlare? Esiste veramente e, nel caso, chi ne ha diritto?

In seguito alle notizie in rete, ci hanno scritto alcuni utenti genitori di tre o più figli, per avere conferme sul cd bonus terzo figlio. Esiste veramente? E perché si chiama così? A chi spetta? Il riferimento è agli assegni nucleo familiare numeroso 2018, ovvero gli assegni nucleo familiare. Si tratta di un aiuto economico previsto proprio per le famiglie numerose nel cui nucleo sono presenti almeno tre figli minori.

Bonus terzo figlio 2018: modalità e scadenza domanda

La domanda per gli assegni nucleo familiare numeroso va presentata al Comune di residenza del richiedente entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale è richiesto l’assegno. Chi ad esempio voglia richiedere l’assegno terzo figlio per il 2017 deve presentare richiesta entro il 31 gennaio 2018 (quello relativo all’anno 2018 andrà richiesto entro il 31 gennaio 2019 etc). Alla domanda assegno terzo figlio va allegata la DSU, la fotocopia della dichiarazione ISEE e del documento di identità del richiedente in corso di validità.

Si può fare domanda per il bonus terzo figlio per ogni anno, o parte di esso, in cui se ne ha diritto in base ai requisiti previsti per la concessione dell’agevolazione.
Vale quindi la pena di ricordare quali siano i requisiti per fare domanda il bonus terzi figlio minore 2018:
– cittadinanza italiana o Ue (sono ammessi cittadini extracomunitari se in possesso di carta di soggiorno come previsto dal Tribunale di Milano in seguito a due ricorsi sul diritto agli assegni nucleo familiare numeroso degli stranieri);
– presenza nel nucleo familiare di almeno tre minori (con equiparazione dei figli adottati e dei figli di uno solo dei coniugi). La circolare INPS 70 del 29 aprile 2016 ha previsto che se i figli minori sono più di tre, l’importo dell’assegno nucleo familiare debba aumentare di ulteriori 500 euro;
– reddito ISEE non superiore alla soglia prestabilita per il riconoscimento del bonus terzo figlio (per gli assegni nucleo familiare numeroso 2018 il reddito è stato fissato a 8.650,11 euro euro l’anno).

Assegni nucleo familiare numeroso 2018: importo assegno terzo figlio

L’importo dell’assegno per famiglie numerose varia in base al numero dei componenti e al reddito ISEE. L’assegno terzo figlio corrisposto per intero ammonta a 142,85 euro per 13 mensilità (questa l’ultima rivalutazione dell’assegno). L’assegno viene concesso dal Comune di residenza e versato materialmente dall’Inps con scadenza semestrale posticipata.

Nuclei familiari numerosi: gli assegni da non confondere

Attenzione perché l’utilizzo di nomi simili nelle misure a favore delle famiglie con più figli potrebbe creare confusione.
Gli ANF sono assegni familiari pensati come supporto al reddito di alcune famiglie i cui componenti fanno parte di determinate categorie di lavoratori.
Questi assegni vengono pagati in busta paga dal datore di lavoro per conto dell’INPS dietro domanda della famiglia, a condizione che il reddito totale non superi la soglia massima prevista dalla legge e che sia composto almeno dal 70% di reddito da lavoro dipendente e assimilato.

L’assegno di maternità dei Comuni è invece una prestazione assistenziale concessa dai Comuni ed erogata dall’Inps in presenza di determinati requisiti reddituali.
L’importo dell’assegno mensile di maternità, quando spettante nella misura intera, è pari a Euro 342,62 per cinque mensilità. Il valore ISEE da tenere presente nello stesso periodo, corrisponde a 17.141,45 euro.

Argomenti: ,