Bonus estetica casa fino al 90%: come funziona e chi può fare domanda

Bonus facciata: fino al 90% per chi fa i lavori esterni del condominio. Come funzionerà.

di , pubblicato il
Bonus facciate per lavori sulla casa all'estero: si può avere la detrazione in Italia?

Nel piano casa contenuto nella Legge di Bilancio 2020 spunta anche un bonus per l’estetica degli edifici, riservato a chi sistema la facciata di palazzi in città e condomini ripristinando il decoro architettonico.

Leggi anche:

Riqualificazione periferie nel Piano Casa 2020

Bonus facciata: 90% per interventi di estetica

La detrazione prevista è stata ribattezzata già “bonus facciate“. Prevede un credito fiscale del 90% per chi rifà nel 2020 la facciata di casa o del condominio. Non importa l’ubicazione dell’edificio, ovvero il prestigio artistico della zona: il bonus facciata vale anche in periferia. Potrebbe rappresentare un grande risparmio soprattutto per edifici alti e condomini ma possono fare domanda anche proprietari di villette monofamiliari o bifamiliari.

L’idea di base è che l’estetica dell’edificio non è interesse solo dei condomini o proprietari, che ovviamente ne traggono vantaggio in prima persona abitandoci, ma può apportare un maggior decoro anche all’area circostante. E’ interesse collettivo tutelato quello di poter passeggiare a camminare su strade lungo le quali il degrado non includa anche cornicioni dei balconi (il che rappresenta anche una questione di sicurezza) e tinteggiatura degli edifici.

Argomenti: ,