Bonus condizionatori 2015: acquisto e detrazione fiscale

Guida al bonus fiscale per i condizionatori 2015: info, requisiti, scadenza, modelli e percentuale di detrazione applicabile

di , pubblicato il
Guida al bonus fiscale per i condizionatori 2015: info, requisiti, scadenza, modelli e percentuale di detrazione applicabile

C’è tempo fino al 31 dicembre 2015 per usufruire del bonus fiscale sull’acquisto dei condizionatori. Con l’arrivo del caldo estivo in molti corrono a comprare climatizzatori e sistemi di raffreddamento. Attenzione perché non tutti i condizionatori rientrano nella detrazione fiscale.

Bonus condizionatori: i modelli che danno diritto alla detrazione

Per poter rientrare nella detrazione fiscale del 50% sulle spese di ristrutturazione, il climatizzatore deve funzionare anche come riscaldamento invernale. Hanno diritto al bonus condizionatori quindi solo quelli che funzionano a pompa di calore. Su questo punto, a scopo di chiarimento, è intervenuta di recente anche l’Agenzia delle Entrate. Sul sito istituzionale si legge infatti, scorrendo la Guida alle agevolazioni Irpef per le ristrutturazioni edilizie, che la spesa per la riparazione, la sostituzione, l’acquisto o l’installazione di condizionatori, può rientrare nel bonus casa solo se finalizzata al risparmio energetico. Tutte le info dettagliate sono a disposizione dei contribuenti online sotto la voce “caloriferi e condizionatori”.  

Condizionatori nuovi: chi ha diritto alla detrazione 50%

Dà diritto alla detrazione del 50% della spesa anche l’acquisto di un condizionatore la cui installazione non comporti opere edilizie, fermo restando il requisito di funzionamento di cui sopra (pompa di calore).

Condizionatore: quando la detrazione sale al 65%

In alcune ipotesi precise il bonus fiscale condizionatori 2015 può salire al 65%. Si applica questa percentuale quando il condizionatore, sempre a doppia funzionalità, va a sostituire integralmente o parzialmente, l’impianto di riscaldamento pre-esistente.

Acquisto condizionatori con bonus fiscale: requisiti e documenti

Il pagamento del condizionatore nuovo, per avere diritto al bonus fiscale, deve essere tracciabile. Va fatto quindi con bonifico o altro metodo “parlante” da cui risultino il codice fiscale del beneficiario della detrazione e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

E’ inoltre importante richiedere all’installatore del climatizzatore la dichiarazione di conformità dell’impianto.

Iva sui condizionatori: guida all’acquisto

I condizionatori rientrano nell’elenco dei cosiddetti “beni significativi”, così come risultante dal decreto 29 dicembre 1999. Proprio come avviene per ascensori, montacarichi, video citofoni, caldaie, impianti di sicurezza etc. l’IVA viene applicata al 10%. Questo è sempre vero in caso di installazione mentre nel caso di nuovi acquisti vale solo fino allaconcorrenza del valore della manodopera e degli altri materiali. Per la parte eccedente questo limite quindi viene applicata l’Iva ordinaria al 22%.  

Argomenti: