Bonus casa e agevolazione ristrutturazione: cosa prevede la bozza della Legge di Bilancio 2017

Cosa prevede la bozza della Legge di Stabilità 2017 in merito ai bonus casa e alle detrazione sui lavori di ristrutturazione?

di , pubblicato il
Cosa prevede la bozza della Legge di Stabilità 2017 in merito ai bonus casa e alle detrazione sui lavori di ristrutturazione?

Uno dei capitoli che maggiormente interessa il contribuente medio in vista della Legge di Bilancio 2017 è quello relativo ai bonus casa e agevolazioni ristrutturazione. Chi deve comprare casa o ha in programma ristrutturazioni per l’anno prossimo è interessato a sapere quali bonus e in che misura saranno confermati e quali no. E ovviamente a questo guardano agenti immobiliari e professionisti del settore. Quali sono dunque gli aggiornamenti in materia?

In particolare si prevede che: “per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, che interessino l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25 per cento della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo, la detrazione di cui al comma 1 spetta nella misura del 70 per cento. La medesima detrazione spetta, nella misura del 75 per cento, per le spese sostenute per gli interventi di riqualificazione energetica relativi alle parti comuni di edifici condominiali finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale e estiva e che conseguano almeno la qualità media di cui al decreto del Ministro dello sviluppo economico del 26 giugno 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 162 del 15 luglio 2015”.

Per quanto riguarda il modo in cui si usufruisce della detrazione si stabilisce che “per gli interventi di cui al comma 2-quater, a decorrere al 1° gennaio 2017, in luogo della detrazione i soggetti beneficiari possono optare per la cessione del corrispondente credito ai fornitori che hanno effettuato gli interventi nonché a soggetti privati, con la possibilità che il credito sia successivamente cedibile. Le modalità attuative del presente comma sono definite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate, da adottare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della medesima”.

Argomenti: , ,