Bonus 200 euro. Chi lo riceverà per primo da qui a ottobre?

Grazie al decreto Aiuti-bis, riceveranno il bonus 200 euro i lavoratori dipendenti senza accredito a luglio nonché i collaboratori sportivi

di , pubblicato il
Bonus 200 euro

Chi si aspettava una proroga del bonus 200 euro è rimasto deluso. Infatti, il decreto Aiuti-bis non ha esteso il bonus 200 euro anche ai mesi successivi. Dunque, il bonus rimarrà un’indennità una tantum ossia riconosciuta una sola volta e basta.

Detto ciò, con il nuovo decreto, il Governo ha pensato a chi è stato escluso dal primo decreto Aiuti.

Infatti, riceveranno il bonus 200 euro i lavoratori dipendenti senza accredito a luglio nonché i collaboratori sportivi.

Il bonus 200 euro. Il calendario dei pagamenti

Se lavoratori dipendenti e pensionati hanno ricevuto il bonus 200 euro senza presentare alcuna domanda all’INPS, tutti gli altri aventi diritto devono invece rivolgersi all’INPS. In particolare, Colf e badanti potranno richiedere il bonus 200 euro entro il 30 settembre 2022 (ricezione a partire da luglio); le altre categorie di aventi diritto, possono presentare domanda entro il 31 ottobre 2022.

Potranno presentare domanda entro il 31 ottobre:

  • lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa;
  • iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo;
  • lavoratori autonomi occasionali;
  • stagionali, a tempo determinato e intermittenti (compresi i lavoratori a tempo determinato del settore agricolo);
  • lavoratori incaricati alle vendite a domicilio.

A ogni modo, in base alle indicazioni fornite dall’INPS con la circolare n° 73/2022, il calendario dei pagamenti è il seguente:

  • i lavoratori domestici ossia colf e badanti, riceveranno il pagamento dell’indennità da luglio 2022 in avanti,  successivamente all’elaborazione delle domande pervenute;
  • i titolari nel mese di giugno 2022 delle prestazioni NASpI e DIS-COLL, la platea dei beneficiari di disoccupazione agricola 2021 e i beneficiari delle indennità COVID-19 2021, vedranno il pagamento nel mese di ottobre 2022 (successivamente all’invio delle denunce Uniemens dei datori di lavoro con la compensazione prevista per il mese di settembre 2022);
  • per tutti gli altri (stagionali, co.
    co.co, venditori a domicilio, ecc,) che devono presentare domanda,  il pagamento avverrà successivamente alle scadenze di cui ai punti precedenti, nel mese di ottobre 2022 .

L’intervento del decreto Aiuti-bis. I nuovi beneficiari e le date di pagamento

Ai suddetti beneficiari se ne aggiungono altri grazie al decreto Aiuti-bis.

In particolare, riceveranno l’indennità di 200 euro i lavoratori dipendenti che nel primo semestre dell’anno 2022 non hanno beneficiato dell’esonero contributivo di cui alla Legge di bilancio 2022 (l’esonero era condizione per accedere al bonus).

Questo quanto prevede l’art.21 del decreto Aiuti-bis:

L’indennità di cui all’articolo 31 del decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50 convertito con legge 15 luglio 2022, n. 91 è riconosciuta anche ai lavoratori con rapporto di lavoro in essere nel mese di luglio 2022 e che fino alla data di entrata in vigore del predetto decreto-legge non hanno beneficiato dell’esonero di cui all’articolo 1, comma 121, della legge 30 dicembre 2021, n. 234, poiché interessati da eventi con copertura di contribuzione figurativa integrale dall’INPS (.).

Naturalmente è necessario che tali soggetti non abbiano ricevuto già il bonus 200 euro ad altro titolo ( pensionato, percettore di reddito di cittadinanza, ecc.).

Il bonus 200 euro sarà riconosciuto con lo stipendio erogato nel mese di ottobre. Servirà sempre l’autodichiarazione con la quale il lavoratore attesta di possedere i suddetti requisiti nonchè il fatto di essere stato destinatario di eventi con copertura di contribuzione figurativa integrale dall’INPS.

Infine, sempre grazie al decreto Aiuti-bis, il bonus sarà riconosciuto anche ai collaboratori sportivi che sono stati destinatari di almeno una delle indennità previste in loro favore durante la pandemia. L’erogazione sarà effettuata direttamente da Sport e Salute S.p.A. che potrà disporre di circa 30 milioni di euro.

Il bonus 200 euro sarà erogato in via automatica.

Argomenti: ,