Bando Macchinari Innovativi: il 23 luglio si parte con la compilazione delle domande

Si aprirà il 23 luglio 2020 la finestra per la compilazione delle domande di accesso al nuovo bando “Macchinari Innovativi”. Le domande, invece, potranno essere inviate dal 30 luglio

di , pubblicato il
Si aprirà il 23 luglio 2020 la finestra per la compilazione delle domande di accesso al nuovo bando “Macchinari Innovativi”. Le domande, invece, potranno essere inviate dal 30 luglio

È stato pubblicato il decreto MISE che definisce i termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione previste dal nuovo bando “Macchinari innovativi” rientrante nel Programma operativo nazionale “Imprese e competitività” 2014-2020 FESR.

Lo ha annunciato lo stesso Ministero dello Sviluppo Economico con il comunicato del 24 giugno 2020 apparso sul proprio sito istituzionale. L’obiettivo è quello di “sostenere investimenti di PMI e reti d’impresa nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia diretti a consentire la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa ovvero a favorire la transizione del settore manifatturiero verso il paradigma dell’economia circolare”.

Le richieste di accesso saranno gestite da Invitalia e sono previsti due step, ossia uno di compilazione (la finestra si aprirà dalle ore 10.00 del 23 luglio 2020) e l’altro di invio (che potrà avvenire dalle ore 10.00 alle ore 17.00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a partire dal 30 luglio 2020).

La procedura

La procedura di domanda prevede nel primo step di compilazione che il soggetto proponente possa svolgere le seguenti attività: a) accesso alla procedura informatica; b) immissione delle informazioni e dei dati richiesti per la compilazione della domanda e caricamento dei relativi allegati; c) generazione del modulo di domanda in formato “pdf” immodificabile, contenente le informazioni e i dati forniti dal soggetto proponente e apposizione della firma digitale; d) caricamento della domanda firmata digitalmente e conseguente rilascio del “codice di predisposizione domanda” necessario per l’invio della stessa.

Nella seconda fase, ossia quella di invio, saranno previste, invece, le seguenti attività: a) accesso del soggetto proponente alla procedura informatica; b) inserimento, da parte del soggetto proponente, ai fini del formale invio della domanda di accesso alle agevolazioni, del “codice di predisposizione domanda”; c) rilascio dell’attestazione di avvenuta presentazione della domanda, in formato “pdf” immodificabile, da parte della procedura informatica.

Le modalità

Il tutto va fatto attraverso la procedura informatica, accessibile nell’apposita sezione “Nuovo bando Macchinari innovativi” del sito web del Ministero (www.mise.gov.it). Il decreto è disponibile al seguente link ed è riferito al primo dei due sportelli previsti nell’ambito dell’intervento dell’Nuovo Bando Macchinari innovativi.

La chiusura di questo primo sportello sarà disposta con provvedimento del Direttore generale per gli incentivi alle imprese e comunicata nell’apposita sezione del sito internet del Ministero stesso e nella Gazzetta Ufficiale. L’istruttoria delle domande avverrà secondo l’ordine cronologico giornaliero di presentazione (le risorse stanziate sono di euro 132.500.000,00 per ciascuno dei due sportelli previsti).

Argomenti: ,