Animali domestici: detrazioni Irpef 2017 e sconti Tari, quando e dove

Tasse 2017 e animali domestici: cosa sapere su sconti Tari e detrazione spese veterinarie nel 730

di , pubblicato il
Tasse 2017 e animali domestici: cosa sapere su sconti Tari e detrazione spese veterinarie nel 730

Quando si parla di animali e soldi spesso purtroppo è in riferimento a proposte di tasse sugli animali domestici. Per fortuna però sono anche previste una serie di detrazioni Irpef per il modello 730 in relazione alle spese veterinarie e ci sono anche Comuni che prevedono sconti Tari per chi adotta cuccioli al canile municipale.

Modello 730 2017: detrazione spese veterinarie

Per le spese veterinarie inserite nel modello 730 2017 sono previste detrazioni pari al 19%, fino ad un tetto massimo di spesa di 387,34 euro, a prescindere dal numero di animali posseduti. Questi ultimi devono essere animali domestici la cui detenzione non è illegale ovviamente: il possesso dell’animale deve essere dimostrato attraverso la documentazione del veterinario, della Asl o dell’anagrafe canina.

Sconti Tari per chi ha animali in casa

Sono piuttosto numerosi i Comuni che prevedono agevolazioni Tari per chi possiede animali domestici prelevati dai canili. La norma ha un senso economico logico: chi prende un cane dal canile di fatto esonera il Comune da una spesa stimata in circa 4 euro al giorno. Tra i Comuni che prevedono sconti Tari per i proprietari di cani ci sono Lecce, Terni, Bisceglie, Teramo e Pesaro ma la lista è lunga. Il consiglio quindi è quello di verificare con il Comune di residenza.

Tari per chi ha i cani: è vero che a Torino costerà di più?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,