Andare in pensione: in Italia cosa significa? Come vive chi smette di lavorare (SONDAGGIO)

Andare in pensione: l'aspettativa contro la realtà. Un sondaggio ci svela come vivono gli italiani dopo aver smesso di lavorare: viaggi e relax restano sogni.

di , pubblicato il
Andare in pensione: l'aspettativa contro la realtà. Un sondaggio ci svela come vivono gli italiani dopo aver smesso di lavorare: viaggi e relax restano sogni.

Andare in pensione, cosa significa in Italia? L’aspettativa trova corrispondenza nella vita reale quando si smette di lavorare? A questi quesiti è dedicato l’ultimo sondaggio SWG sulle pensioni e sui pensionati in Italia. Ecco la fotografia che emerge dalle risposte date.

Leggi anche: Pensione, stop agli adeguamenti sulla base dell’aspettativa di vita

Lo farò quando vado in pensione: i sogni degli italiani e la verità

Quale aspettativa hanno i lavoratori italiani e che cosa sognano di fare quando arriva il fatidico e agognato momento di andare in pensione (e che cosa fanno poi realmente)?

Nell’immaginario chi smette di lavorare avrà più tempo da dedicare agli hobby (75%) e alla famiglia e agli affetti (84%) e avrà l’opportunità di viaggiare (50%) e di togliersi qualche sfizio o lusso grazie ai sacrifici fatti (61%); molti sognano di rallentare i ritmi frenetici di vita (75%) e di vivere tranquilli e senza preoccupazioni (84%). Ma la realtà dei fatti molto spesso tradisce le aspettative e la vita da pensionato in Italia quasi mai corrisponde a quella sognata da chi lavora. Tra le priorità sopra elencate, a giudicare dalle risposte che i pensionati italiani che hanno preso parte al sondaggio SWG hanno dato, solo quella del maggior tempo a disposizione da trascorrere con la famiglia e gli affetti sembra essere soddisfatta. Per tutte le altre c’è un gap tra aspettativa e vita dei pensionati. Di chi è la colpa? Che cosa impedisce di viaggiare, togliersi qualche sfizio, dedicarsi ad hobby e passioni e vivere sereni e senza pensieri?

Troppi pensionati in Italia sotto la soglia di povertà

Nella maggior parte dei casi è un problema di tipo economico. Molti, troppi, pensionati italiani vivono al di sotto della soglia di povertà e lo Stato non può fare molto.

E’ una conseguenza del passaggio al contributivo che si sente nei Paesi del Mediterraneo in cui la piramide demografica si è ribaltata. E così solo il 15% degli italiani viaggia quando riesce ad andare in pensione e solamente il 32% si riesce effettivamente a togliere qualche lusso.

Leggi anche: Si va in pensione troppo tardi e tutto è più difficile

Argomenti: ,