730 precompilato: delega con rilascio semplificato per Covid-19

Anche per quest'anno sono confermate le modalità di rilascio della delega con procedure semplificate per covid-19

di , pubblicato il
730 precompilato 2021

Anche per il 730 precompilato 2021 trovano operatività le modalità semplificate di rilascio della delega all’intermediario adottate lo scorso anno in considerazione della pandemia da Covid-19. L’autorizzazione all’accesso al 730 precompilato può essere trasmessa, anche in forma libera, in via telematica, ad esempio, tramite e-mail o sistemi di messaggistica istantanea o mediante il deposito nel cloud del CAF o del professionista abilitato.

Ecco in chiaro come rilasciare una delega senza commettere errori.

La delega per l’accesso al 730 precompilato 2021

Se intendiamo presentare il 730 precompilato tramite Caf o intermediario abilitato dobbiamo rilasciargli apposita delega.

La delega deve contenere le seguenti informazioni:

  • il codice fiscale e dati anagrafici del contribuente e la denominazione del CAF o il nome del professionista;
  • il consenso all’accesso alla dichiarazione precompilata e al trattamento dei dati personali;
  • la sottoscrizione del contribuente.

E’ inoltre necessaria la precisazione che delega vale, oltre che per l’accesso alla dichiarazione 730 precompilata, anche per la consultazione del foglio informativo.

Le indicazioni in esame sono state fissate dall’Agenzia delle entrate con il provvedimento del 7 maggio, prot n°113064/2021.

La delega deve essere rilasciata unitamente a copia di un documento di identità del delegante, in formato cartaceo ovvero in formato elettronico. In caso di acquisizione in formato elettronico, la delega deve essere sottoscritta nel rispetto delle regole tecniche adottate ai sensi dell’art. 71 del Codice dell’Amministrazione Digitale.

Il provvedimento da ultimo citato ha apportato delle novità sul rilascio delle deleghe per il 730.

La delega per l’accesso al 730 precompilato: le semplificazioni per Covid-19

Per la dichiarazione precompilata dello scorso anno, il legislatore ha semplificato le procedure di rilascio della delega da parte del contribuente.

La semplificazione tiene conto delle varie misure di limitazione agli spostamenti adottate in considerazione del Covid-19.

In particolare, l’art.25 del D.L. 23/2020, dispone che coloro che presentano il 730 precompilato:

possono inviare in via telematica ai CAF e ai professionisti abilitati la copia per immagine della delega all’accesso alla dichiarazione precompilata sottoscritta e la copia della documentazione necessaria, unitamente alla copia del documento di identita’. In caso di necessita’, in luogo della sottoscrizione della delega, il contribuente puo’ inviare al CAF o al professionista abilitato, in via telematica, copia per immagine di un’apposita autorizzazione predisposta in forma libera e sottoscritta.

I chiarimenti dell’Agenzia delle entrate

Con la circolare n° 9/E 2020, l’Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti in merito.

In particolare, è consentito che i CAF e i professionisti abilitati gestiscano “a distanza” l’attività di assistenza fiscale o di assistenza per la predisposizione del 730, con modalità telematiche, acquisendo la delega sottoscritta dal contribuente. In caso di necessità determinata, ad esempio, dall’indisponibilità di strumenti, quali stampanti o scanner, il contribuente può:

  • inviare una delega non sottoscritta,
  • ma suffragata da una propria autorizzazione.

L’autorizzazione può essere resa, ad esempio, con strumenti informatici, quali un video o un messaggio di posta elettronica accompagnato da una foto, anche mediante il deposito nel cloud dell’intermediario.

Attenzione: resta fermo l’obbligo di regolarizzazione, con consegna delle deleghe e della documentazione, una volta cessata l’attuale situazione emergenziale.

L’autorizzazione all’accesso al 730 precompilato  può essere trasmessa, anche in forma libera, in via telematica, ad esempio, tramite e-mail o sistemi di messaggistica istantanea o mediante il deposito nel cloud del CAF o del professionista abilitato e deve contenere le informazioni essenziali quali:

  • il codice fiscale e dati anagrafici del contribuente e la denominazione del CAF o il nome del professionista;
  • il consenso all’accesso alla dichiarazione precompilata e al trattamento dei dati personali;
  •  la sottoscrizione del contribuente.

Delega semplificata anche per il 730 precompilato 2021

Le suddette modalità semplificate di rilascio della delega sono confermate anche per il 730 precompilato 2021.

Questo perché, l’art.78, comma 4-septies del D.L. 18/2020, decreto Cura Italia, inserito con la Legge di conversione n° 27/2020 ha esteso le suddette misure di semplificazione dandogli carattere generali. Di conseguenza l’art.25 del D.L. 23/2020 è stato abrogato.

Per meglio intenderci, le modalità semplificate di rilascio delle delega sono state estese a tutte le dichiarazioni, denunce e atti all’Agenzia delle entrate inviate per il tramite degli intermediari abilitati.

Tali modalità sono consentite anche per la presentazione, in via telematica, di dichiarazioni, modelli e domande di accesso o fruizione di prestazioni: all’INPS, alle amministrazioni pubbliche locali, alle università e agli istituti di istruzione universitaria pubblici e ad altri enti erogatori convenzionati con gli intermediari abilitati.

Rimangono valide i chiarimenti dell’Agenzia delle entrate contenuti nella circolare n° 9/E 2020.

Argomenti: , ,