Sorin, pacemaker compatibili con la risonanza magnetica

di , pubblicato il

Sorin Group ha ricevuto l’approvazione dell’Agenzia Giapponese per il Farmaco e i Dispositivi Medici (PMDA) per il nuovo pacemaker KORA 100 dotato dell'”Automatic MRI mode”.

I pacemaker sono impiantati generalmente nei pazienti più anziani, soggetti a varie patologie la cui diagnosi ottimale e relativa gestione possono richiedere il ricorso a una risonanza magnetica (RM). I pacemaker KORA 100 SR e KORA 100 DR, impiantati in combinazione con gli elettrodi Sorin della serie BEFLEX, permettono al paziente di essere sottoposto a un esame di risonanza magnetica in tutta sicurezza.

Durante una procedura di risonanza magnetica i pacemaker devono funzionare in modalità di stimolazione asincrona che espone il paziente a potenziali aritmie cardiache. Questa modalità deve essere generalmente impostata dal cardiologo prima e dopo l’esame, lasciando il paziente in modalità asincrona per un tempo più lungo della procedura di scansione stessa.

Diversamente dagli altri pacemaker, KORA 100 garantisce che la modalità di stimolazione asincrona sia in funzione unicamente per il tempo minimo necessario.

Una volta attivato l'”Automatic MRI mode”, il pacemaker KORA 100 regola automaticamente i parametri di stimolazione solo nel momento in cui rileva il campo magnetico generato dallo scanner, consentendone il funzionamento in condizioni di sicurezza. Allo stesso modo, il pacemaker riconosce l’uscita del paziente dal campo magnetico e ritorna al modo di funzionamento iniziale nell’arco di cinque minuti. La funzione “Automatic MRI mode” è una tecnologia brevettata ed è disponibile unicamente nei dispositivi Sorin Group.

Il sistema di stimolazione KORA 100 si integra perfettamente nella tradizione di Sorin fondata sulla gestione proattiva delle più comuni co-morbidità cardiovascolari.

I risultati clinici dello studio ANSWER dimostrano che grazie alla modalità di stimolazione SafeR si assiste a una riduzione del 51% del rischio di morte cardiaca o ospedalizzazione per insufficienza cardiaca .

Inoltre la funzione Monitoraggio dell’Apnea Notturna (SAM) introdotta di recente e validata clinicamente permette di effettuare lo screening dell’apnea notturna severa che rappresenta una co-morbidità significativa e un fattore di rischio associato all’insufficienza cardiaca e alla fibrillazione atriale.

“L’approvazione di questa generazione di pacemaker costituisce una pietra miliare per Sorin Group in Giappone dove si assiste a una forte richiesta di dispositivi compatibili con la risonanza magnetica. Riteniamo che KORA 100, con la sua modalità unica destinata alla risonanza magnetica, la sua combinazione di soluzioni terapeutiche, le dimensioni ridotte e l’estesa durata della batteria , porterà sostanziali benefici sia per i pazienti sia per i medici giapponesi. Forte della collaborazione con Japan Lifeline, nostro partner per il Giappone, Sorin Group sarà in grado di raggiungere i propri obiettivi di mercato e rafforzare ulteriormente la propria leadership” ha dichiarato Stefano Di Lullo, Presidente della Business Unit CRM di Sorin Group.

I pacemaker della famiglia KORA 100 saranno distribuiti in Giappone da Japan Lifeline Co., Ltd.

Argomenti: