Prelios: accordo con Axa e Apollo per cessione portafoglio Olinda – Fondo Shops

di , pubblicato il

Buone notizie per Prelios SGR. La quotata, infatti,  ha reso noto di aver raggiunto per conto di Olinda – Fondo Shops, fondo comune d’investimento immobiliare quotato, un accordo vincolante con AXA Real Estate e Apollo European Principal Finance Fund II, un fondo di Apollo Global Management LLC, per la vendita dell’intero portafoglio immobiliare residuo del Fondo, da completarsi entro l’attuale data di scadenza del Fondo stesso fissata al 31 dicembre 2014.

 

Cessione portafoglio Olinda Fondo Shops: i dettagli dell’operazione

L’accordo prevede la cessione in blocco degli immobili del Fondo ad un prezzo complessivo di 303 milioni di euro, di cui fino a 8 milioni di euro subordinati al raggiungimento, prima della data del closing previsto entro il 19 dicembre 2014, di determinate condizioni locative con riferimento ad alcuni asset del portafoglio.
Il prezzo concordato corrisponde ad uno sconto pari al 28% rispetto al valore del Fondo (Open Market Value – OMV) al 31 dicembre 2013. Considerato l’attuale quadro normativo di riferimento in relazione ad eventuali ipotesi di proroga, l’esecuzione dell’operazione, per la quale il Comitato Consultivo del Fondo ed il Comitato Investimenti della SGR hanno espresso parere favorevole, consentirà a Prelios SGR di procedere, in linea con l’attuale scadenza del Fondo, all’attività di liquidazione. In considerazione degli impegni connessi alle dichiarazioni e garanzie rilasciate dagli acquirenti, la Società stima che un primo rimborso a favore dei partecipanti al Fondo di almeno 85,00 euro per quota possa essere effettuato a seguito dell’approvazione del rendiconto annuale al 31 dicembre 2014, successivo al perfezionamento dell’operazione.

Il perfezionamento dell’operazione è soggetto all’espletamento delle procedure connesse all’eventuale esercizio del diritto di prelazione spettante ad alcuni degli attuali conduttori, nonché alle usuali condizioni sospensive per operazioni di questo tipo, ivi incluso il rilascio dell’autorizzazione da parte dell’Autorità antitrust europea.

Argomenti: