Correntisti e azionisti MPS: cosa succederà con aumento capitale precauzionale?

di , pubblicato il
Il salvataggio di Monte dei Paschi ha la strada in discesa ma adesso la partita è tutta sulle azioni e sui bond MPS

Quali saranno gli effetti dell’aumento di capitale precauzionale di Monte dei Paschi sui correntisti, sugli azionisti e sugli obbligazionisti Mps? Questo interrogativo è tornato di forte attualità dopo che ieri l’Europa ha ufficializzato il via libera al salvataggio della banca toscana. Ad occuparsi di questo aspetto della crisi di Monte dei Paschi è stato oggi un lungo articolo de Il Sole 24 Ore. Il contributo, firmato da Luca Gualtieri, prova a rispondere a tutta una serie di domande: sono in pericoli i soldi depositati dai correntisti di Monte dei Paschi? Quali obbligazioni Mps saranno azzerate? E ancora cosa succederà agli azionisti Mps? Si tratta di questioni delicatissime che richiedono la massima chiarezza possibile.

Iniziamo subito con l’evidenziare che i correntisti Mps nulla devono temere. I soldi depositati sui conti Monte dei Paschi sono infatti al sicuro e quindi una questione depositanti neppure si pone.

Più complesso il discorso per quello che riguarda gli obbligazionisti e gli azionisti Mps. I possessori di bond subordinati Mps avranno accesso a uno scambio debito-equity: i Tier 1 in loro possesso verranno infatti convertiti in azioni al 75% del valore nominale, mentre i Tier 2, che sono detenuti sopratutto dal pubblico retail, subiranno una conversione al 100%. Entro e non oltre 60 giorni, poi, le azioni di nuova emissione saranno acquistate dal Tesoro ma solo su richiesta dei singoli possessori. Il corrispettivo riconosciuto per la cessione saranno bond senior per un controvalore pari al minore tra il valore di conversione e quello di acquisto. Grazie a questo meccanismo lo stato salirà fino al 70% del capitale di quella che a tutti gli effetti sarà una sorta di nuova Monte dei Paschi.

Gli ex obbligazionisti subordinati, invece, avranno una quota di circa il 25%. Nessun effetto, invece, sui possessori di azioni senior (Banca Mps: al via ricapitalizzazione per 5,4 miliardi, azioni e bond subordinati azzerati).

Per quello che riguarda gli attuali azionisti, l’aumento di capitale precauzionale di Monte dei Paschi, dovrebbe produrre un effetto diluitivo pari ad almeno il 95% (Banca Mps: al via ricapitalizzazione per 5,4 miliardi, azioni e bond subordinati azzerati).

Argomenti: , ,