Qualità della vita 2020: la classifica delle migliori città, Milano perde lo scettro

Le migliori città in cui vivere secondo l'indagine Qualità della vita 2020 de Il Sole 24 Ore.

di , pubblicato il
Qualità della vita 2020: la classifica delle migliori città, Milano perde lo scettro

A sorpresa, Bologna figura al primo posto nella classifica dell’indagine Qualità della vita 2020 condotta dal Il Sole 24 Ore. Il capoluogo dell’Emilia Romagna ha tolto lo scettro a Milano, vincitrice delle ultime edizioni: la città meneghina è scivolata di undici posizioni quest’anno, attestandosi al dodicesimo posto della graduatoria finale alle spalle anche di Siena (undicesima). A influire negativamente sulla classifica è stata sicuramente la pandemia di coronavirus, che ha visto Milano tra città più colpite. Più in generale, comunque, tutto il Nord Italia ha risentito della pandemia di coronavirus in maniera più pesante rispetto invece alle altre città. A questo proposito, si segnala la crescita esponenziale dei centri dell’Emilia Romagna, con la presenza nella top 10 di Parma (ottava), oltre a Forlì-Cesena (quattordicesima), Modena (quindicesima) e Reggio Emilia (diciassettesima).

La classifica della qualità della vita 2020 secondo Il Sole 24 Ore

1 – Bologna

2 – Bolzano

3 – Trento

4 – Verona

5 – Trieste

6 – Udine

7 – Aosta

8 – Parma

9 – Cagliari

10 – Pordenone

Bolzano e Trento sempre al top

In seconda e terza posizione si piazzano rispettivamente Bolzano e Trento: la città altoatesina e il capoluogo della Regione Trentino Alto Adige non hanno risentito in maniera negativo dell’impatto del coronavirus, che soprattutto nel corso della prima ondata ha conosciuto una diffusione meno accentuata rispetto alle altre città del Nord. Come detto prima, Milano è stata colpita in negativo dall’alta circolazione del Covid tra i suoi abitanti, ma anche il nuovo indicatore introdotto da quest’anno dal Sole 24 Ore (spazio abitativo medio a disposizione) non ha di certo aiutato la città lombarda a mantenere la leadership raggiunta nei due anni precedenti: 51 mq per famiglia la media dello spazio abitativo.

Un altro trend è rappresentato dalla penalizzazione delle città turistiche: Roma, ad esempio, ha subito una flessione di quattordici posizioni, precipitando al 32esimo posto; male anche Venezia, Firenze e Napoli, che perdono rispettivamente 24, 12 e 11 posizioni, con il capoluogo partenopeo che si avvicina pericolosamente alla posizione numero 100.

Vedi anche: Coronavirus, fuga dalle città: le 10 province più gettonate per una casa in campagna

[email protected]

Argomenti: ,