Processo Berlusconi: gli esponenti del PDL insorgono contro la richiesta di condanna di Ilda Boccassini

Le reazioni degli esponenti del Pdl nei confronti di Ilda Boccassini che ha chiesto una condanna a sei anni per Silvio Berlusconi.

di , pubblicato il
Le reazioni degli esponenti del Pdl nei confronti di Ilda Boccassini che ha chiesto una condanna a sei anni per Silvio Berlusconi.

Dopo la richiesta di condanna da parte di Ilda Boccassini nel processo Berlusconi, gli esponenti del Pdl hanno dimostrato di essere sempre pronti a difendere il Cavaliere (Processo Berlusconi: chiesta condanna a sei anni per prostituzione minorile e concussione e Processo Berlusconi: per Ilda Boccassini “Ruby si prostituiva”. Le prime foto della sala del Bunga Bunga). Il magistrato, che ha richiesto sei anni di carcere e l’interdizione perpetua dai pubblici uffici, ha ricevuto molte polemiche e proteste da parte dei sostenitori di Berlusconi, sempre pronti a gridare alla congiura e al complottismo. Jole Santelli, sottosegretario al Lavoro, ha affermato “Secondo me Berlusconi è innocente. Cosa ne sa la Boccassini che ha fatto sesso con Ruby? Forse lei avrà la videocamera…”. Il Senatore del Pdl Altero Matteoli non è da meno “Gli argomenti, le parole e i toni utilizzati dal Pm Boccassini sono inaccettabili. Esse sono la prova del pregiudizio contro Berlusconi e di una persecuzione politica intollerabile. Appare evidente che non si vogliano colpire eventuali reati ma eliminare un nemico politico abbattendolo per sempre”. Il parlamentare del Pdl Guglielmo Picchi si chiede “Ruby e Berlusconi negano di aver fatto sesso. Boccassini dice di si. Era testimone oculare, ha un film o esiste figlio segreto?”. L’ex deputato Pdl e attuale leader dei Cristiano Riformisti Antonio Mazzocchi dice, facendo della ironia spicciola, “State attenti ragazzi! Andare con una marocchina si rischiano 6 anni di galera e l’interdizione perpetua dai pubblici uffici!” Un altro parlamentare del Pdl, Antonio Leone, afferma “Un pubblico ministero che con foga giacobina e’ arrivata a condannare lei direttamente Berlusconi in aula, prima ancora che la corte si pronunci con una sua giusta sentenza.

A questa ghigliottina giudiziaria ci auguriamo ponga rimedio il tribunale”. Renato Brunetta, capogruppo del Pdl alla Camera, arriva addirittura a definire il processo come una farsa “A me sembra un processo farsa, fatto di nulla, con dispendio di risorse pubbliche spaventoso e una requisitoria che ha avuto dei tratti nazisti rispetto alla signorina Ruby”. [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=TA4CVrQKIxM[/youtube] Anche il coordinatore del Pdl Sandro Bondi dice la sua “Chi conosce il Presidente Silvio Berlusconi sa che le ricostruzioni del pubblico ministero Boccassini sono cose da romanzo d’appendice”. Mariastella Gelmini, parlamentare del Pdl ed ex Ministro dell’Istruzione parla di giustizia non giusta “Operazione che puo’ interessare forse gli amanti del gossip, ma che nulla ha a che vedere con una giustizia giusta”. Mara Carfagna, altra parlamentare del Pdl, difende a spada tratta l’ex premier “Richiesta abnorme. Qualcuno sta provando a far deragliare gli ingranaggi della democrazia e a troncare per via giudiziaria la leadership del presidente Pdl”    

Argomenti: