Perché la trasformazione digitale è importante in un’azienda?

Sono sempre più le aziende che sentono parlare di trasformazione digitale dei propri servizi e dei vantaggi che questo può portare. Vediamo perché questa parola è così importante per un’azienda e come può essere utile per diventare sempre più competitivi.

di , pubblicato il
Trasformazione digitale

Il presente e il futuro di un’azienda non sono sempre fermi. In molti casi, è bene prevedere e realizzare un piano di trasformazione digitale per rimanere al passo con i tempi e allo stesso tempo avvantaggiarsi sui propri diretti competitor.

Sfruttare nel modo più opportuno questa tecnologia digitale, può portare enormi vantaggi e introiti. Come ci confermano Franco Piro, Alessandro Minetti e Andrea Salvagno – i tre soci fondatori di Call2net – riuscire a sfruttare al meglio queste tecnologie è di vitale importanza. La cura dei clienti e accogliere le loro esigenze, permette a ogni azienda di fornire soluzioni più personalizzate e di qualità. Qualsiasi sia il settore di appartenenza.

Che cosa si intende con trasformazione digitale?

La trasformazione digitale è il processo che vede utilizzare nuove tecnologie digitali per creare e ottimizzare processi aziendali ed esperienziali per i clienti. Questo cambia fondamentalmente il modo in cui si opera e si fornisce valore ai clienti.



Ad un livello più profondo, la trasformazione digitale comporta anche un cambiamento culturale, che richiede alle aziende di sfidare le azioni che si andavano a compiere tradizionalmente.

Comprendere la trasformazione digitale

La trasformazione digitale è vitale per tutte le aziende, indipendentemente dalle dimensioni. Si tratta di un processo importante che permette di rimanere competitivi e rilevanti in ogni contesto.

Ciò che non è sempre ovvio, tuttavia, è che cosa significa esattamente il termine “digital transformation”. Non si tratta solo di migrare alcune applicazioni verso istanze cloud o di adottare fogli di calcolo Excel per alcuni conteggi. È necessario ripensare ai vecchi modelli operativi e sperimentare in modo più veloce per fare fronte alla concorrenza sempre più agguerrita. La tecnologia gioca un ruolo vitale nell’evoluzione, e avere un chief information officer in azienda è un fattore chiave nella trasformazione digitale.



La figura di CIO ha un ruolo chiave nella gestione, nell’implementazione e nell’utilizzo delle tecnologie informatiche. Poiché la tecnologia sta riorganizzando le attività in tutto il mondo, il ruolo di CIO sarà sempre più una figura richiesta in azienda.

Le aziende che avviano questo procedimento si trovano ora e nel futuro, in un susseguirsi di fasi che includono la trasformazione digitale. Con molte aziende che cercano di superare nel modo migliore gli ostacoli iniziali che questa transizione comporta. Anche le aziende che si trovano molto avanti nel processo di questa trasformazione, tuttavia, si troveranno sempre davanti a delle sfide da affrontare per riuscire a rimanere sempre al passo.

Quali fasi sono presenti in un piano di trasformazione digitale?

La trasformazione digitale è influenzata dalle necessità e dalle problematiche di un’azienda. Fattori che sono sempre unici e che difficilmente si possono trovare ripetuti in ogni azienda. Ci sono alcune costanti che si applicano a molte delle aziende che vogliono intraprendere questo percorso, che includono:

– cultura e gestione;
– agilità operativa;
– esperienza dei clienti;
– responsabilizzazione della forza lavoro;
– tecnologia digitale.

Con l’adozione di sempre nuove tecnologie, il ruolo del team IT cambia in maniera radicale ad ogni passo di questa trasformazione. Gli stakeholder vogliono che i team IT generino ricavi per il business e allo stesso tempo migliorino i processi aziendali. Oltre a sviluppare nuovi prodotti che possono incrementare gli introiti aziendali. Abbracciare questo cambiamento, porta l’azienda a riconsiderare ogni suo compartimento e/o posizione. Inoltre, le responsabilità lavorative di ogni persona all’interno del processo lavorativo, dovranno diventare più fluide, con soft skill che dovranno includere l’empatia e una maggiore adattabilità.

Il compito dell’azienda e del dirigente, sarà anche quello di supportare e preparare al meglio i dipendenti nella trasformazione aziendale. I team di lavoro hanno bisogno di capire perché si sta facendo quello che si è intrapreso, come funziona e quale sarà il futuro a cui si aspira di arrivare.

Argomenti: