Mercato immobiliare, le previsioni per il 2021 secondo l’Outlook di Savills IM

Primi scenari per il mercato immobiliare nel 2021, come sarà.

di , pubblicato il
Mercato immobiliare, le previsioni per il 2021 secondo l'Outlook di Savills

Savills Investment Management ha presentato il report Building resilience in global real estate portfolios, sottolineando come residenziale specializzato, supermercati e logistica rappresenteranno nel mercato immobiliare le principali opportunità di investimento in vista del prossimo anno. In particolare, Savills IM afferma come il settore della logistica si stia dimostrando tra i più solidi negli ultimi mesi, nonostante la pandemia che ha investito l’Italia e l’Europa, con l’interesse degli investitori che continuerà a restare alto ancora a lungo.

Voto positivo anche per il retail alimentare, come già avevamo avuto modo di dire in passato e, d’altronde, come se ne sono accorti milioni di cittadini italiani in questi mesi, che hanno trovato nel supermercato un appoggio fondamentale su cui poter contare sempre. Il terzo settore su cui puntare per gli investimenti nel mercato immobiliare è costituito dal residenziale specializzato: come spiega l’Outlook 2021 di Savills Investment Management, il merito è tutto dei “favorevoli fondamentali di lungo periodo”.

Come sarà il mercato immobiliare nel 2021

Il documento presentato da Savills Im riporta come il 59 per cento degli investitori immobiliari è convinto come già a partire dal prossimo anno ci sarà una generale ripresa degli investimenti nel mercato europeo. Non solo però, perché il 45 per cento degli stessi investitori ritiene che gli investimenti nel settore immobiliare saranno in aumento rispetto all’anno che sta per concludersi, mentre solo il 25 per recento ritiene che gli investimenti nel 2021 pareggeranno il conto del numero avuto di quest’anno.

Crisi per gli uffici

Uno dei trend visto in maggiore ribasso è costituito dagli uffici, complice la pandemia di coronavirus e l’esplosione dello smart working come nuova modalità di lavoro non soltanto in Italia ma anche in Europa.

Non solo però, perché sul trend degli uffici impatterà in maniera importante anche la crescente disoccupazione, che non accennerà ad arrestarsi nemmeno nei primi mesi del prossimo anno. Tuttavia nel report si fa riferimento ad un generale ottimismo per il futuro anche perché i dipendenti, nonostante lo smart working, amano lavorare in ufficio, anche solo pochi giorni a settimana in quanto utile per lo scambio di idee e la collaborazione.

Vedi anche: Coronavirus e prezzi delle case: quanto costano adesso nelle principali città

[email protected]

Argomenti: ,