Fare trading con le criptovalute senza pagare le commissioni, ecco la novità assoluta

Cryptosmart offre la possibilità agli utenti di fare trading con le criptovalute senza pagare le commissioni per 12 mesi. Ecco come funziona.

di , pubblicato il
Fuga da euro e sterlina per Bitcoin

Il trading online si è diffuso a macchia d’olio negli ultimi anni. Grazie a internet, milioni di piccoli investitori hanno potuto sfruttare la tecnologia per comprare e vendere asset finanziari, valute e materie prime sui mercati senza muoversi di casa. Il più delle volte le operazioni avvengono da cellulare o tablet. Per realizzarle è sempre necessario pagare le commissioni commisurate all’entità delle compravendite. Esse vanno pagate al broker che offre all’utente registrato l’apposito servizio. Con Cryptosmart sta avvenendo qualcosa di nuovo sul mercato del trading, potenzialmente in grado di mutarne i connotati. La piattaforma exchange è italiana al 100% e ha sede a Perugia. Essa consente ai propri clienti di comprare e vendere alcune tra le più importanti “criptovalute” presenti sul mercato. Non solo Bitcoin ed Ethereum, ma anche Polkadot, Dogecoin, Litecoin, Cardano, Mana, LRC, Link e Compound.

In cosa consiste la promozione lanciata da Cryptosmart? Essa offre agli utenti che si registrano sul proprio sito di pagare una tantum 59 euro.

Per il periodo di 12 mesi, potranno comprare e vendere crypto senza pagare le commissioni. Trascorso l’anno, le ulteriori operazioni effettuate dal trader prevedranno il pagamento delle commissioni come da piano standard aziendale. Attenzione: l’offerta è valida fino al 30 giugno prossimo.

Come funziona la promozione zero commissioni di Cryptosmart

Dunque, per un anno i trader su Cryptosmart non pagheranno alcunché sui volumi acquistati e venduti. E questo rappresenta un bel risparmio per coloro che sono soliti fare trading con una certa costanza. Basti pensare che sui volumi transati fino a 100.000 euro al mese, la commissione sarebbe dello 0,2%. L’offerta della piattaforma equivale ad affermare che sopra 29.500 euro annui di transazioni effettuate, il trader sta operando gratuitamente.

E ciò corrisponde a meno di 2.500 euro al mese; una cifra molto bassa come sa chi è solito fare trading.

Il servizio si rivela abbastanza interessante, perché pone il mercato italiano dinnanzi a un’assoluta novità capace di rivoluzionare il modo stesso di intendere gli investimenti. Tecnicamente, ecco come si usufruisce dell’offerta: la commissione di 59 euro una tantum è addebitata all’atto del primo versamento dell’utente. Da quel momento e per 12 mesi, nessuna commissione sarà addebitata sui volumi transati. Scaduta la promozione, si torna al piano commissionale standard.

Argomenti: