Rendimento minimo garantito? Ecco un interessante certificato su Generali

Il certificato che andremo a presentare è un equity protection con durata residua a 4 anni e 8 mesi circa ed ISIN XS1973548875, con capitale interamente protetto e possibilità di beneficiare di potenziali upside del titolo fino ad un max del 150% del valore iniziale. Analizziamolo.

di , pubblicato il
Il certificato che andremo a presentare è un equity protection con durata residua a 4 anni e 8 mesi circa ed ISIN XS1973548875, con capitale interamente protetto e possibilità di beneficiare di potenziali upside del titolo fino ad un max del 150% del valore iniziale. Analizziamolo.

I mercati americani sono sui massimi storici ed il Vix sullo S&P 500, offrendo una previsione della variabilità futura del mercato azionario nei prossimi 30 giorni) è su valori molto bassi (circa 12,5) che ricordano quasi quelli pre-crisi 2007-2009 (intorno al range 10-11). Con ciò non si vuole certamente dire che vi sia una crisi finanziaria imminente, ma che potrebbero verificarsi delle correzioni fisiologiche in un ciclo-economico finanziario iniziato ormai da una decina d’anni.

Per questo motivo, per i più avversi al rischio, è possibile selezionare certificati che coniughino protezione e rendimento minimo garantito.

Equity protection su Generali Assicurazioni (ISIN: XS1973548875)

Abbiamo selezionato un certificato Equity Protection targato Credit Suisse, con ISIN XS1973548875.

Il certificato è quotato su Euro TLX, ha durata residua a circa 4 anni e 8 mesi (07/08/2024), data di fixing finale al 31/07/2024, cap al 150%, capitale interamente protetto ma valore nominale pari a 100 USD : per tale motivo si è esposti al rischio di cambio, nel senso che il rendimento finale che otterrete dipenderà dal tasso di cambio tra le due valute.

Lo strike è stato fissato a 16,84 euro, e la quotazione attuale di Generali è a circa 18,38 euro (ore 13:47). Dato che il certificato è acquistabile a 96,71 USD ciò implica un rendimento minimo garantito del 3,40% (in dollari). Se il prezzo di generali a scadenza salisse, sarebbe possibile beneficiare anche del potenziale rialzo del titolo, fino ad un tetto massimo del 150% dello strike (e del valore nominale), ottenendo un rendimento non maggiore del 55,1%.

Questa è la situazione grafica del titolo aggiornata al 13/01/2020

Come si può vedere Generali è incanalata in un trend rialzista che dura ormai dal 2016 inoltrato. Se dovesse continuare a salire oscillando all’interno del canale, come da manuale ma non è assolutamente certo che ciò si verifichi -sopratutto su target temporali così ampi- al fixing finale Generali potrebbe avere un valorecompreso fra i 23 ed i 27,3 euro (vedi anche linee nere tratteggiate). Inoltre con linee tratteggiate rosse e verdi sono stati disegnati i livelli di prezzo, alcuni peraltro corrispondenti a forti soglie psicologiche, che possono fungere da importanti livelli di supporto e resistenza.

A livello di analisi fondamentale questo è il consensus raccolto da market screener:

Nota Bene: il trading può comportare rischi significativi per il capitale, con perdite che potrebbero in alcuni casi eccedere il capitale iniziale. È pertanto fondamentale assicurarsi di aver compreso tali rischi. Le informazioni presentate in questo sito non sono in alcun modo da intendersi come sollecito all’investimento e sono rivolte ad un pubblico indistinto, non rappresentando in alcun modo attività di consulenza finanziaria. Ogni decisione di investimento è sotto la piena ed esclusiva responsabilità del lettore. 

 

 

 

 

Argomenti: , , , , ,

I commenti sono chiusi.