Credit Suisse: 5 certificati cash collect autocallable su azioni

5 Certificati targati Credit Suisse di tipo Cash Collect autocallable, negoziati su Sedex, scadenza a 3 anni e autocall trigger al 100% dei livelli iniziali.

0
1615
Credit Suisse, in data 24/07/2019, ha emesso 5 certificato Cash Collect autocallable su azioni. Si tratta di certificati quotati e negoziati su Sedex con scadenza a 3 anni, cedole semestrali condizionate (con effetto memoria), opzione di rimborso anticipato e rimborso condizionato del capitale a scadenza. È prevista, pertanto, una barriera capitale di tipo europeo calcolata sui livelli iniziali dei sottostanti. Ogni certificato ha inoltre un prezzo di emissione di 100€ (uguale al valore nominale).
Nel dettaglio.

Punti di forza in sintesi

  • Barriera capitale di tipo europeo fino ad un ribasso del sottostante del
    -25%, ovvero pari al 75% del rispettivo livello iniziale
  • Cedola semestrali fino ad un max del 7,15%
  • A partire dal 22 gennaio 2020 (6° mese) fino al 22 gennaio 2021 (18° mese), il certificato può essere richiamato anticipatamente grazie all’autocall trigger, al prezzo di emissione (100 €)

Caratteristiche

Meccanismo cedolare

Se non si verifica il rimborso anticipato, ad ogni data di valutazione (semestrale) l’investitore percepisce una cedola calcolata sul valore nominale se il prezzo di chiusura del rispettivo sottostante è pari o maggiore al 75% del rispettivo livello iniziale; in caso contrario non viene corrisposta alcuna cedola.

Rimborso anticipato semestrale condizionato

Dal 6° al 18° mese i certificati vengono rimborsato anticipatamente se, ad ogni data di valutazione semestrale del rimborso automatico, il prezzo del sottostante è pari o superiore all’autocall trigger del 100% del rispettivo livello iniziale. Se la condizione si attiva l’investitore riceve 100 € per ogni certificato.

Scadenza

Se non si verifica la condizione di rimborso anticipato, alla data di scadenza l’investitore percepisce 100 € se il prezzo del sottostante è pari o superiore al 75% del rispettivo valore iniziale. In caso contrario l’investitore riceve, per ogni certificato, un importo pari al valore finale (determinato in data 22 luglio 2019) in rapporto al valore iniziale del sottostante, il tutto moltiplicato per il valore nominale di 100 €.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here