Sabato 25 Ottobre 2014 , Ore 13:52
 
 

Detrazione ristrutturazione 50%: ecco quando è obbligatoria la comunicazione all’Asl

Tra i documenti per godere della detrazione 50% per lavori di ristrutturazione edilizia, c'è anche la notifica Asl, che è obbligatoria ma solo in alcuni casi. Vediamo più da vicino quali sono

In tema di documenti per la detrazione 50%, quando è obbligatoria la notifica Asl?

Detrazione Irpef al 50% in vigore ancora fino al 31 dicembre 2014, forse anche al 2015 secondo le ultime bozze della legge di stabilità targata Letta. Ma quali documenti servono e quando serve la comunicazione o notifica all’Asl?

Detrazione ristrutturazione edilizia: dal 36 al bonus 50%

Detrazione ristrutturazione edilizia aumentata dal Governo Monti, dal 36 al 50 per cento, con un tetto massimo di spesa da 48mila agli attuali 96mila euro ( si veda a tal proposito il nostro articolo Detrazione 50% valida fino a giugno 2013). Se sono state introdotte semplificazioni per ciò che concerne la documentazione per godere della detrazione 36,  valevoli anche per il bonus 50%, alcune considerazioni sono necessarie per ciò che concerne la documentazione ( si veda  a tal proposito il nostro articolo Detrazione 50%, l’elenco dei documenti necessari), tra cui ad esempio la comunicazione all’Asl.

Detrazione 50%: quando serve la comunicazione Asl

Ebbene la comunicazione all’Asl non è sempre obbligatoria, ma ci sono dei casi in cui lo è. In particolare si prende a riferimento il decreto legislativo 81/2008 (il c.d. Testo Unico sulla Sicurezza) il quale sancisce che la comunicazione Asl per la detrazione 36, ora detrazione 50% è obbligatoria quando si verifica almeno una delle seguenti condizioni:

1. nel cantiere si trovano a lavorare più imprese anche non contemporaneamente,

2. nei cantieri che, inizialmente non soggetti all’obbligo di comunicazione preliminare, ricadono nelle categorie di cui al numero 1 per effetto di varianti sopravvenute in corso d’opera.

3. nei cantieri in cui opera un’unica impresa la cui entità presunta di lavoro non sia inferiore a duecento uomini-giorno.

Detrazione 50%: il contenuto della notifica Asl

Quando la notifica Asl è obbligatoria, questa deve contenere i dati riguardanti il cantiere e i suoi responsabili. Nello specifico, i contenuti della notifica Asl riguardano:

- l a data della comunicazione,

-  l’indirizzo del cantiere,

-  il nome del committente (nome, cognome, codice fiscale e indirizzo),

-  la natura dell’opera,

-  il nome del responsabile dei lavori (nome, cognome, codice fiscale e indirizzo),

-il nome del coordinatore per quanto riguarda la sicurezza e la salute durante la progettazione dell’opera (nome, cognome, codice fiscale e indirizzo),

- il nome del coordinatore per quanto riguarda la sicurezza e la salute durante la realizzazione dell’opera (nome, cognome, codice fiscale e indirizzo),

- la data presunta d’inizio dei lavori in cantiere,

- la durata presunta dei lavori in cantiere,

- il numero massimo presunto dei lavoratori sul cantiere,

- il numero previsto di imprese e di lavoratori autonomi sul cantiere,

- l’identificazione, codice fiscale o partita IVA, delle imprese,

- l’ammontare complessivo presunto dei lavori di ristrutturazione edilizia.

Detrazione 50%: come inviare la notifica Asl

Da ultimo si precisa che la notifica Asl avviene a cura del committente (pubblico o privato) o dal responsabile dei lavori individuato dal committente stesso. Le modalità sono: consegna diretta presso l’Asl di competenza, oppure inviata per posta (con raccomandata A.R.) o a mezzo fax (ogni ASL ha modalità diverse, per cui si consiglia di informarsi presso la propria ASL territorialmente competente per sincerarsi delle modalità corrette di invio).

 

Sullo stesso argomento potrebbe interessarti anche:

Detrazione 50%: quando si perde il bonus

Utenti online: 287

 

1 Commento
 

1 Commento