Previsioni mercati più pessimistiche sull’Italia per i prossimi mesi

Le previsioni dei mercati, rivelate dall'ultimo sondaggio di Assiom Forex: più pessimismo sull'economia italiana.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Le previsioni dei mercati, rivelate dall'ultimo sondaggio di Assiom Forex: più pessimismo sull'economia italiana.

Le previsioni dei mercati sull’andamento della borsa, il cambio euro-dollaro e l’andamento dell’economia italiana per i prossimi tre mesi sono più pessimistiche nel loro complesso, rispetto a quelle trovate da Assiom-Forex un mese fa, in collaborazione con Il Sole 24 Ore – Radiocor Plus. Il 77% degli intervistati vede ancora stabilità a Piazza Affari da qui a 90 giorni, una definizione, che implica l’attesa di variazioni entro il 3% rispetto alle quotazioni attuali in entrambe le direzioni. Tuttavia, il dato è inferiore all’87% di agosto. Il 23% ritiene, infatti, che la borsa italiana sia suscettibile di una correzione al ribasso. Il 25% ipotizza un rialzo tra il 3% e il 10% (era al 40% un mese fa), mentre il 5% confida in una crescita del mercato azionario superiore al 10% (dal 6%).

Tra i pessimisti, il 22% degli operatori ritiene che sia suscettibile di apprezzarsi tra il 3% e il 10% (12% ad agosto), mentre l’1% (stabile) prevede una correzione al ribasso superiore al 10%.

Previsioni mercati su euro e crescita Italia

E passiamo al cambio euro-dollaro: il 52% (dal 41%) ritiene che rimarrà stabile, mentre il 14% crede che possa apprezzarsi (dal 13%). Viceversa, risultano in calo dal 45% al 35% quanti ritengono che la moneta unica possa indebolirsi nei prossimi 180 giorni. Stabile all’1% la quota dei super-pessimisti, ovvero di quanti pronosticano un calo dell’euro superiore al 10%.

Infine, pessimismo sulle capacità di recupero dell’economia italiana nei prossimi mesi: il 58% ritiene che la ripresa non sarà in grado di guadagnare velocità, mentre il 42% confida nell’assestamento delle quotazioni del petrolio, nei continui stimoli monetari e nei frutti raccolti dalle riforme varate dal governo per un’accelerazione dei tassi di crescita. In generale, però, il presidente di Assiom Forex, Massimiliano Sinagra, nota come tutti gli indicatori segnalino un peggioramento dello stato di salute della nostra economia, con il rischio di dovere rinviare ancora una volta l’inizio vero e proprio della ripresa. (Leggi anche: Economia italiana, ripresa lontanissima)

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Investimento, News Risparmio, Investimenti, Trading