Bonus decoder Poste Italiane a domicilio: come fare richiesta e che succede se non sono a casa

Come funziona il bonus decoder a domicilio con Poste Italiane e che succede se il pacco arriva a casa e non ci sono.

di , pubblicato il
quinto bancoposta

Il bonus decoder a domicilio è un’agevolazione nata grazie ad una convenzione tra Poste Italiane e il Ministero dello Sviluppo Economico. Chi ne ha diritto potrà farne richiesta chiamando il numero 800.776.883 e selezionando la voce consegna a domicilio. Tale servizio sarà disponibile dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18 con festivi esclusi. Per richiederlo si potrà inoltre recarsi presso un ufficio postale o cliccare sul link del Ministero.

Come fare richiesta del bonus decoder a domicilio

Per richiedere il bonus e prenotare la consegna del decoder tv a domicilio si dovrà avere a disposizione il codice fiscale e la tessera sanitaria/ documento di identità in corso di validità. Si dovrà avere 70 anni ed una pensione non superiore ai 20 mila euro annui. Si dovrà poi essere titolari di un abbonamento Rai e non aver fruito del bonus decoder tv di 30 euro. Poste ricorda che consegnerà il decoder del valore complessivo non superiore ai 30 euro a casa e fornirà anche assistenza per installarlo.

Tornando alla prenotazione, quando la si farà, sarà il sistema a verificare i requisiti necessari per ottenere l’agevolazione. Si fisserà quindi una data di consegna del decoder a casa che sarà gratuita grazie a Poste Italiane. Non potranno però beneficiare di tale servizio coloro che avranno già fruito del bonus tv decoder nonostante ne abbiano i requisiti. L’agevolazione si potrà per cumulare con il bonus tv rottamazione. Quindi anche se lo si vorrà chiedere in seguito o si è già ottenuto. Ovviamente il bonus sarà disponibile fino all’esaurimento delle risorse disponibili.

Bonus decoder a domicilio: cosa succede se non sono a casa?

Poste Italiane comunica che per ogni spedizione del decoder a casa verranno effettuati due tentativi di consegna.

Il primo nella data pattuita al momento della prenotazione ed il secondo il giorno lavorativo seguente al primo tentativo qualora quest’ultimo non sia andato a buon fine. Nel caso si verifichi l’ipotesi del primo tentativo a vuoto verrà lasciato un avviso di mancata consegna in formato cartaceo. Se anche la seconda volta il portalettere non troverà nessuno, allora consegnerà un nuovo avviso con i riferimenti dell’ufficio postale dove il pacco è in giacenza. Il destinatario, quindi, avrà 7 giorni lavorativi di tempo per ritirarlo. Se ciò non avverrà la prenotazione risulterà annullata per cui se ne dovrà fare una nuova.

Se poi si prenoterà il decoder ma non se ne avrà bisogno si potrà cancellare la prenotazione utilizzando i canali su indicati. Questo però fino a quando l’ordine non è stato ancora emesso. Nel caso invece fosse stato emesso allora non si potrà più cancellare ma si potrà comunicare al portalettere al momento della consegna che si rinuncia ad averlo. Così la prenotazione sarà annullata.
[email protected]

Argomenti: ,