Sostituzione caldaia: come raddoppiare lo sconto fino al 31 dicembre 2021

Sostituzione caldaia: come raddoppiare lo sconto fino al 31 dicembre 2021. Ovverosia, quando il bonus caldaia fa scattare pure il bonus mobili. Con la doppia detrazione cumulabile 50% più 50%. E quando, invece, non è possibile.

di , pubblicato il
Sostituzione caldaia: come raddoppiare lo sconto fino al 31 dicembre 2021

Per la sostituzione della caldaia, ecco come raddoppiare lo sconto. Ad oggi fino e non oltre la data del 31 dicembre del 2021. Quando, in particolare, si decide di sbarazzarsi del vecchio impianto di climatizzazione invernale.

In tal caso, infatti, nell’ambito di un intervento di ristrutturazione la detrazione, installando un nuovo impianto a condensazione di classe A, è pari al 50%. Inoltre, nella fattispecie, la sostituzione caldaia rientra tra gli interventi di manutenzione straordinaria.

Ragion per cui con la sostituzione della caldaia scatta pure l’ulteriore sconto fiscale al 50%. Se si sfrutta il bonus mobili ed elettrodomestici. Ma a patto che questi vengano acquistati dopo la data di inizio dei lavori di ristrutturazione.

Sostituzione della caldaia: ecco come raddoppiare lo sconto fino al 31 dicembre 2021

Su come raddoppiare lo sconto fino alla data del 31 dicembre del 2021 per la sostituzione caldaia, quindi, l’intervento deve essere di ristrutturazione. Al fine di maturare il diritto alle detrazioni con il bonus mobili. Altrimenti, se rientra come intervento per il risparmio energetico, la detrazione è al 65%.

Quindi, se la sostituzione caldaia avviene dopo aver acquistato i mobili e gli elettrodomestici, come raddoppiare lo sconto fino al 31 dicembre 2021 diventa un miraggio. In quanto in tal caso il bonus caldaia ed il bonus mobili non sono cumulabili.

Come funziona il bonus mobili sbarazzandosi del vecchio impianto di climatizzazione invernale

Salvo proroghe, con la sostituzione caldaia, lo sconto fino al 31 dicembre 2021 con il bonus mobili è pari al 50%. Come sopra accennato. Inoltre, l’importo massimo di spesa con il bonus mobili è pari a 16.000 euro. Per gli acquisti effettuati nel corrente anno.

Rispetto alla soglia massima dei 10.000 euro fissata per gli acquisti di mobili e di elettrodomestici nel 2020.

La detrazione maturata per il bonus mobili, in sede di dichiarazione dei redditi, deve essere ripartita tra gli aventi diritto. In 10 quote annuali di pari importo. Su come raddoppiare lo sconto fino al 31 dicembre 2021 con la sostituzione della caldaia.

La detrazione 50% del bonus mobili, al momento, è confermata per tutto l’anno 2021. Ma non è da escludere che la misura possa essere prorogata anche per l’anno prossimo. Proprio per la sostituzione della caldaia con il contestuale acquisto di mobili ed elettrodomestici, nell’ambito dei lavori di ristrutturazione.

Argomenti: ,