Pensione lavori usuranti, faticosi e pesanti: pubblicato il modulo per aderire ai benefici

Lavori faticosi e pesanti, l'Inps ha pubblicato sul suo portale il Modulo AP45 per il riconoscimento dei benifici dei lavori usuranti

di Angelina Tortora, pubblicato il
Lavori faticosi e pesanti, l'Inps ha pubblicato sul suo portale il Modulo AP45 per il riconoscimento dei benifici dei lavori usuranti

Pensione lavori usuranti, faticosi e pesanti, pubblicato il modulo AP45 di domanda per il riconoscimento dei benefici relativi allo svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti.

Il beneficio riguarda i soggetti che perfezionano i requisiti prescritti entro il 31 dicembre 2018.

Pensione: agevolazioni per attività usuranti

I requisiti per l’accesso al pensionamento di anzianità per gli addetti alle lavorazioni particolarmente faticose e pesanti, sono due: oggettivo e soggettivo.

Pensione lavori usuranti, faticosi e pesanti: requisito soggettivo

Possono effettuare la domanda il lavoratori che hanno il requisito di anzianità contributiva non inferiore a 35 anni ed il regime di decorrenza del pensionamento vigente al momento della maturazione dei requisiti agevolati. I lavoratori dipendenti che possono presentare domanda sono quelli appartenenti a determinate tipologie:

lavoratori impegnati nelle seguenti mansioni particolarmente usuranti:

  • lavori in galleria, cava o miniera: mansioni svolte in sotterraneo con carattere di prevalenza e continuità;
  • lavori nelle cave, mansioni svolte dagli addetti alle cave di materiale di pietra e   ornamentale;
  • lavori nelle gallerie, mansioni svolte dagli addetti al fronte di avanzamento con carattere di prevalenza e continuità;
  • lavori in cassoni ad aria compressa;
  • lavori svolti dai palombari;
  • lavori ad alte temperature;
  • lavorazione del vetro cavo: mansioni dei soffiatori nell’industria del vetro cavo eseguito a mano e a soffio;
  • lavori espletati in spazi ristretti, con carattere di prevalenza e continuità ed in particolare delle attività di costruzione, riparazione e manutenzione navale, le mansioni svolte continuamente all’interno di spazi ristetti, quali intercapedini, pozzetti, doppi fondi, di bordo o di grandi blocchi strutture;
  • lavori di asportazione dell’amianto: mansioni svolte con carattere di prevalenza e continuità;
  • lavoratori notturni che possano far valere una determinata permanenza nel lavoro notturno;
  • lavoratori che prestano la loro attività per almeno 3 ore nell’intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino, per periodi di lavoro di durata pari all’intero anno lavorativo;
  • lavoratori addetti alla c.d. “linea catena”;
  • conducenti di veicoli pesanti, di capienza complessiva non inferiore ai nove posti compreso il conducente, adibiti a servizi pubblici di trasporto.

Pensione lavori usuranti: requisito oggettivo

Il beneficio pensionistico è riconosciuto ai lavoratori che, in possesso dei requisiti soggettivi richiesti, abbiano svolto una o più delle attività usuranti per un tempo pari:

  • ad almeno sette anni negli ultimi dieci anni di attività lavorativa, compreso l’anno di maturazione dei requisiti, per le pensioni aventi decorrenza entro il 31 dicembre 2017;
  • ad almeno la metà della vita lavorativa per le pensioni con decorrenza dal 1° gennaio 2018 in poi.

Pensione anticipata 2017: requisiti lavori usuranti

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Pensioni lavori usuranti