Bonus 1000 euro edicole, pubblicato l’elenco dei beneficiari

Il Dipartimento per l'informazione e l'editoria ha appena pubblicato l’elenco dei beneficiari del bonus 1000 euro edicole.

di , pubblicato il
Il Dipartimento per l'informazione e l'editoria ha appena pubblicato l’elenco dei beneficiari del bonus 1000 euro edicole.

Il Dipartimento per l’informazione e l’editoria, in data 1 aprile 2021, ha approvato l’elenco dei soggetti ai quali è stato riconosciuto il cosiddetto Bonus 1000 euro edicole. Si tratta di un contributo una tantum fino a 1.000 euro a favore delle persone fisiche esercenti punti vendita esclusivi per la rivendita di giornali e riviste. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus 1000 euro Edicole

Ai sensi dell’articolo 6-ter del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137 (il cosiddetto decreto ristori), il bonus 1000 euro edicole è riconosciuto “alle persone fisiche esercenti punti vendita esclusivi per la rivendita di giornali e riviste, non titolari di reddito da lavoro dipendente”, e consiste, sostanzialmente, in un contributo una tantum fino a 1.000 euro ed entro il limite di 7,2 milioni di euro per l’anno 2021, che costituisce tetto di spesa.
Nel caso di insufficienza delle risorse disponibili rispetto alle richieste ammesse, si procede alla ripartizione delle stesse tra i beneficiari in misura proporzionale al contributo spettante.
Per usufruire di questo contributo, gli interessati dovevano inviare la relativa domanda al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri, entro il termine del 28 febbraio 2021.

Elenco dei beneficiari

Il 1° aprile, il Dipartimento per l’informazione e l’editoria ha pubblicato l’elenco dei beneficiari del bonus 1000 euro edicole.
Il contributo attribuito a ciascun soggetto, si legge nel comunicato del Dipartimento, “è risultato pari a quello massimo previsto per legge (fatti salvi i casi di contitolarità dell’esercizio di vendita) in quanto non è stato necessario procedere al riparto proporzionale fra gli aventi diritto”.
Ad ogni modo, la procedura per l’erogazione dei contributi sarà avviata soltanto nelle prossime settimane, non appena saranno disponibili le risorse finanziarie stanziate per l’agevolazione.

Articoli correlati

Argomenti: ,