L’Agenzia delle entrate invita a spendere il Bonus Vacanze. Nuove istruzioni

L’Agenzia delle entrate ha aggiornato la guida sul bonus vacanze, inserendo tutte le recenti modifiche apportate.

di , pubblicato il
Bonus vacanze 2021: come spenderlo in agenzia viaggi

Per molti osservatori, la tanto discussa misura del bonus vacanze è stata un vero è proprio flop. Ad oggi, infatti, sono tantissimi i voucher attivati ma non ancora utilizzati.

Ad ogni modo, è possibile utilizzare il bonus vacanze entro la fine dell’anno. Probabilmente, alcuni contribuenti potrebbero decidere di usarlo per le vacanze di Natale.

Forse anche per questo motivo, di recente, l’Agenzia delle entrate ha pubblicato una nuova guida aggiornata con tutte le istruzioni necessarie per utilizzare il bonus vacanze. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus Vacanze, cos’è?

Il bonus vacanze consiste in uno sconto sul prezzo dei servizi offerti in ambito nazionale da imprese turistico ricettive, agriturismi e bed&breakfast.

Il bonus varia tra i 150 e i 500 euro, in base al numero dei membri che compongono il nucleo familiare.

L’incentivo è utilizzabile:

  • per l’80 per cento sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, applicato direttamente dalla struttura turistica;
  • per il 20 per cento, invece, in forma di detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi.

Ecco la guida aggiornata dell’Agenzia delle entrate

Il decreto “Milleproroghe” ha spostato il termine per poter usufruire del bonus vacanze. Chi ha richiesto il bonus dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 potrà utilizzarlo fino al 31 dicembre 2021. Per questo motivo, di recente, l’Agenzia delle entrate ha aggiornato la guida sul bonus vacanze, inserendo tutte le recenti modifiche apportate.

Oltre alla proroga, infatti, l’esecutivo ha deciso di introdurre anche un’altra novità: sarà possibile usufruire del bonus vacanze anche presso le agenzie di viaggio e i tour operator che aderiscono all’iniziativa, per soggiorni presso strutture ricettive situate nel nostro territorio (l’agenzia di viaggio o il tour operator sono liberi di accettarlo o meno e se lo accordano poi lo recuperano nella forma del credito d’imposta).

Basta mostrare il voucher all’agenzia per ottenere lo sconto.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,