Woven City, in Giappone la città del futuro con robot in casa e a misura d’uomo

In Giappone annunciata Toyota Woven City, la città del futuro a misura d'uomo.

di , pubblicato il
Woven City città del futuro

La città del futuro sta per nascere in Giappone. Toyota Woven City, questo il nome della città, oltre ad accogliere tutte le innovazioni possibili sarà abitata inizialmente da 360 persone ma ben presto il numero crescerà fino ad arrivare a più di 2mila abitanti.

Come sarà la città del futuro di Toyota

La città sarà fondata dove un tempo sorgeva un impianto di produzione della Toyota, da qui il nome Toyota Woven City, una realtà che guarda al futuro, che accoglierà le innovazioni su materie legate a robotica, intelligenza artificiale e mobilità.
La notizia di questa innovativa città futuristica, progettata in collaborazione co l’architetto danese Bjarke Ingels, pronta a debuttare in Giappone, ha fatto parlare anche per un altro motivo. Sarà realmente abitata da persone, all’inizio 360 residenti che nel tempo diventeranno almeno duemila. Residenti che qui vivranno, lavoreranno e passeranno il loro tempo libero.
La città del futuro giapponese, conterrà tutte le infrastrutture avanzate anche in merito alla sostenibilità, le ultime innovazioni energetiche e la mobilità. Sarà dunque un grande esperimento sociale e tecnologico con case totalmente sostenibili e costruite utilizzando legno e altri materiali naturali integrando pannelli fotovoltaici e sistemi robotizzati di ultima generazione.

Una città a misura d’uomo

Interessante anche il punto che riguarda la mobilità, saranno previsti dei percorsi pedonali con delle corsie dedicate ai mezzi a guida autonoma. Le consegne e la distribuzione della merce saranno effettuate utilizzando delle vie sotterranee, per lasciare alle persone l’utilizzo della strada. Ovviamente non mancheranno ampi spazi verdi intorno alle abitazioni.
Dai rendering si nota che la città non sarà affatto trafficata ma praticamente a misura d’uomo.

Circoleranno solo auto elettriche e a guida autonoma e sarà dato ampio spazio ai luoghi sociali in cui le persone potranno incontrarsi. La rete 5G coprirà tutta la città e le stesse abitazioni saranno caratterizzate da soluzioni Internet Of Things.
“Woven City deve essere incentrata sull’uomo, rappresentare un laboratorio vivente e mantenersi in continua evoluzione. Costruire una città completa dalle fondamenta, anche su piccola scala come questa è un’opportunità unica per sviluppare le tecnologie del futuro, compreso un sistema operativo digitale per le infrastrutture della città” ha detto il presidente della Toyota, Akio Toyoda, per annunciare questa nuova realtà.

Vedi anche: Case e città del futuro post covid: il nuovo trend del quartiere dei 15 minuti

[email protected]

Argomenti: ,