Salvini a tutto campo: partite Iva e pensioni, ecco cosa farà il governo

Il governo è intenzionato a varare una flat tax al 15% che vada ad interessare una platea di 1,5 milioni di partite Iva.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Il governo è intenzionato a varare una flat tax al 15% che vada ad interessare una platea di 1,5 milioni di partite Iva.

Nel corso di un’intervista rilasciata a Telelombardia, il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha parlato a tutto campo su alcuni dei temi che gli stanno più a cuore. Oltre alla questione legata alla legittima difesa, il neo ministro ha affermato che nell’immediato futuro ci saranno novità importanti per le partite Iva e i pensionati, per quanto concerne la legge Fornero. Flat tax e quota 100, i due principali cavalli di battaglia della Lega alla vigilia delle elezioni del 4 marzo scorso trovano piena collocazione all’interno dell’azione di governo, come indicato anche nelle pagine del contratto firmato da Movimento 5 Stelle e Lega Nord prima di ricevere l’incarico di formare l’esecutivo dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

“Intervento fiscale a partire dalle partite Iva”

Matteo Salvini ha chiarito che ci si deve aspettare già quest’anno un intervento fiscale a favore delle partite Iva. In questo caso, l’intervento fiscale richiama direttamente alla flat tax. Nelle ultime ore, sono arrivate le dichiarazioni del viceministro all’Economia Garavaglia, il quale ha confermato le parole di Salvini, sottolineando come il governo sia intenzionato a varare una flat tax al 15 per cento che vada ad interessare una platea di 1,5 milioni di partite Iva.

Leggi anche: La flat tax di Salvini? Senza reddito di cittadinanza, salario minimo e misure contro le imprese

“Priorità smantellare la legge Fornero con quota 100”

L’altro tema di discussione è lo smantellamento della legge Fornero. In principio si utilizzavano termini quali abolizione/cancellazione, si è passati quindi ad un più cauto superamento, ora invece si usa ripetere il verbo smantellare accanto alla riforma dell’ex ministro del Lavoro. Durante l’intervista a TeleLombardia, il numero uno della Lega Nord ha affermato come sia una “priorità anche iniziare a smontare la legge Fornero con quota 100”. Il termine priorità indica la volontà esplicita da parte dell’esecutivo di superare l’attuale riforma pensioni attraverso nuove misure, tra cui appunto quota 100 (somma di età anagrafica e contributi).

Leggi anche: Pensioni, l’effetto Fornero si abbatte su chi andrà in pensione a gennaio: ecco cosa succederà

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Pensioni, Politica, Politica italiana