Le Regioni a rischio alto covid dopo l’ultimo report ISS

Alcune Regioni sono a rischio più alto secondo l'ultimo rapporto ISS.

di , pubblicato il
Regioni che cambiano colore dal 24 gennaio

Finite le vacanze di Natale si tema una terza ondata che potrebbe già arrivare a gennaio o febbraio. Le nuove misure hanno proprio lo scopo di evitare ciò o quanto meno puntare al calo dell’RT.

Regioni a rischio dopo ultimo report ISS

Nell’ultimo report dell’ISS, il cambio di rotta è palese e l’incidenza del covid appare ancora troppo alta. Come scrive Adnkronos, tutte le Regioni tranne tre hanno un Rt compatibile con lo scenario di tipo 1, l’RT medio sui sintomatici è di 0,86. In 16 regioni e Province autonome i valori RT sono inferiori a 1.

Per tre regioni, invece, lo scenario di tipo 2 appare più vicino. Questo perchè l’RT è compatibile con questo scenario. In particolare il Lazio con 1,07, Lombardia con 1,02 e Veneto con 1,08 sono le tre Regioni a rischio maggiore.

Cinque regioni sono considerate a rischio basso, mentre tre a rischio alto ossia Lazio, Liguria e Veneto. Per 13 regioni, invece, il rischio è moderato ma di queste 13, due rischiano di progredire verso il rischio alto ossia Marche e Provincia autonoma di Trento.

La situazione delle Regioni prima di Natale

Nella bozza del report che fa riferimento alla settimana dal 7 al 13 dicembre si legge:

L’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,86 (con un range tra 0,79 – 0,94). Si riscontrano valori di Rt puntuale inferiore a 1 in 16 Regioni e province autonome. Di queste, 15 hanno un Rt puntuale inferiore a uno anche nel suo intervallo di credibilità maggiore, indicando una diminuzione significativa nella trasmissibilità. E’ complesso prevedere l’impatto che potrebbe avere il periodo di feste natalizie, tuttavia le aumentate mobilità e interazione interpersonale tipica della socialità di questa stagione potrebbero determinare un aumento rilevante della trasmissione di Sars-Cov-2.

In base al report, quindi, Lazio, Lombardia e Veneto, hanno un rischio maggiore.

Ricordiamo che ad oggi tutte le Regioni tranne Campania e Abruzzo che si trovano nella zona arancione, fanno parte della fascia gialla anche se dal 24 dicembre al 6 gennaio per tutte varrà la regola nazionale della zona rossa il 24,25,26, 27 e 31 dicembre e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio. Mentre il 28,29, 30 dicembre e 4 gennaio è prevista la zona arancione ovunque.

Vedi anche: Zona Gialla e Arancione: le Regioni che cambiano colore dal 6 dicembre

[email protected]

Argomenti: ,