Germania, aumento salari per i dipendenti pubblici: 240 euro in più al mese

Secondo quanto riferito da Frank Bsirske si tratta del "miglior accordo da molti anni" raggiunto con il governo.

di , pubblicato il
Secondo quanto riferito da Frank Bsirske si tratta del

Nei prossimi tre anni un milione di dipendenti pubblici in Germania avrà un aumento di salario pari all’8 per cento, vale a dire 240 euro in più al mese. Il governo tedesco ha trovato un accordo con i sindacati, dopo le settimane di proteste da parte dei lavoratori. L’aumento complessivo dell’8 per cento sarà raggiunto in 3 anni, tramite un aumento del salario spalmato su 36 mesi. A partire dal 2019, la crescita del salario sarà del 3,2 per cento, stessa percentuale confermata anche per il 2020, mentre al terzo anno i dipendenti pubblici riceveranno un ulteriore aumento di 1,5 punti percentuali.

I sindacati chiedevano il 6 per cento entro un anno

Il governo della Germania è andato oltre anche alle stesse aspettative dei sindacati, che chiedevano il 6 per cento entro un anno. L’accordo raggiunto prevede infatti un aumento complessivo del 7,8 per cento, anche se va tenuto in considerazione che la crescita della retribuzione mensile sarà graduale. L’aumento del salario pari al 3,2 per cento significa a conti fatti 100 euro in più circa al mese già a partire da quest’anno, contro i 200 euro richiesti invece dai sindacati. La cifra delle sigle sindacali tedesche verrà raggiunta (e superata) nel 2021, quando l’aumento del salario per 1 milioni di dipendenti pubblici entrerà a pieno regime (240 euro in più circa).

Leggi anche: Rivoluzione salari Amazon: 15 dollari all’ora per i dipendenti, la nuova strategia di Bezos

“Il miglior accordo da molti anni”

Secondo quanto riferito da Frank Bsirske, numero uno del sindacato Verd.Di., si tratta del “miglior accordo da molti anni” raggiunto con il governo. Va sottolineato come l’aumento sia retroattivo dal 1° gennaio di quest’anno, ciò significa che i dipendenti pubblici riceveranno nelle prossime buste paga anche gli arretrati dei mesi di gennaio e febbraio (eventualmente anche marzo).

I sindacati ci hanno tenuto a precisare che l’accordo potenzialmente riguarda il doppio di lavoratori, circa 2,3 milioni di persone tra militari, infermieri, insegnanti, funzionari ed ecclesiastici. Una vittoria su tutta la linea per i sindacati tedeschi, dopo che negli ultimi 7 giorni avevano dato il via a numerose manifestazioni di protesta in tutto il Paese.

Confronto con l’aumento dei contratti statali in Italia

In Italia, a partire dal 1° aprile 2019 scatterà l’aumento degli stipendi dei dipendenti pubblici, che dovranno però accontentarsi di un +0,42 per cento fino al 30 giugno e di un +0,7 per cento dal 1° luglio. Cifre lontanissime rispetto all’8 per cento in 3 anni garantito a circa 1 milione di dipendenti pubblici tedeschi.

Leggi anche: Classifica paesi stakanovisti: italiani penultimi, tutta “colpa” dei dipendenti pubblici

Argomenti: ,