Fase 2, riaperture 18 maggio: le novità regione per regione

Riaperture dal 18 maggio: cosa prevedono regione per regione.

di , pubblicato il
Riaperture dal 18 maggio: cosa prevedono regione per regione.

Lunedì 18 maggio sarà una giornata importante di riaperture in tutte le regioni italiane, come anticipato nei giorni scorsi. Su tutto il territorio nazionale potranno riaprire negozi al dettaglio, ristoranti, bar, parrucchieri, dopo il semaforo verde arrivato dal governo. Ecco i piani regione per regione, con le novità più importanti di lunedì.

Lombardia

Sì alla riapertura di negozi, ristoranti, bar e parrucchieri, ma solo se rispettano i requisiti. La Regione Lombardia rimane dunque prudente, aspettando il protocollo Inail e il parere del Cts.

Piemonte

In Piemonte dovrebbero riaprire soltanto i negozi al dettaglio, mentre per ristoranti, bar e parrucchieri si prevede un nuovo rinvio in attesa di un confronto con il Ministero della Salute.

Veneto

La Regione Veneto è tra quelle che intende riaprire tutto. Non solo dunque ristoranti, negozi e parrucchieri, ma anche palestre, piscine, centri sportivi e spiagge.

Trentino Alto Adige

Nella provincia di Bolzano la riapertura è stata anticipata di una settimana. In quella di Trento, invece, i negozi riapriranno da oggi (15 maggio, ndr). Per ristoranti, bar e parrucchieri si aspetterà lunedì.

Friuli Venezia Giulia

Il Friuli Venezia Giulia punta a rimuovere il veto sulle persone che si possono incontrare a partire da lunedì. Sì anche alla riapertura delle palestre.

Valle d’Aosta

Oltre al semaforo verde per bar, ristoranti, parrucchieri e negozi, la Valle d’Aosta sta studiando un piano per consentire ai ragazzi di tornare a scuola a fine maggio e per tutto il mese di giugno.

Liguria

La Regione Liguria si allinea con il Veneto, intendendo riaprire tutte le attività, comprese anche le spiagge, dal prossimo lunedì.

Emilia Romagna

Sì alla riapertura delle spiagge anche dalla Regione Emilia Romagna, con una superficie minima per ogni ombrellone pari a 12 mq.

Accessi contingentati nelle spiagge libere.

Toscana

La Toscana è sulla stessa lunghezza d’onda del Piemonte, scegliendo il profilo della cautela e restando in attesa del monitoraggio del governo (atteso per oggi).

Marche

Confermate le riaperture di negozi, ristoranti, bar e parrucchieri, oltre a mercati e campeggi. La stagione balneare dovrebbe invece partire dal prossimo 29 maggio.

Umbria

Cautela da parte della Regione Umbria, in attesa delle linee guida che saranno fornite dal governo nelle prossime ore.

Abruzzo

Giornata di riapertura generale anche nella Regione Abruzzo, così come in gran parte d’Italia.

Lazio

Riaprono ristoranti, negozi, parrucchieri e centri sportivi nel Lazio, mentre per la balneazione nelle spiagge occorrerà aspettare ancora.

Campania

Via libera alla riapertura delle sole attività che rispetteranno i protocolli Inail e del Ministero della Salute: è questo l’orientamento del Presidente della Regione Vincenzo De Luca.

Molise

Il Molise si allinea a Umbria e Basilicata: la riapertura ci sarà soltanto dopo la pubblicazione delle linee guida fornite dal governo.

Basilicata

Per la Regione Basilicata vale lo stesso discorso fatto con Umbria e Molise: prudenza sulle riaperture, su cui una decisione sarà presa soltanto dopo le linee guida del governo.

Puglia

In Puglia sono già riaperti i centri sportivi. Il 18 maggio ci sarà invece la ripresa delle attività consentite dal governo, cioè negozi al dettaglio, ristoranti, bar e parrucchieri.

Calabria

La Regione Calabria riparte da lunedì 18 maggio con i negozi al dettaglio, dopo la bocciatura del Tar al provvedimento della Presidente Jole Santelli.

Sicilia

La Sicilia rimane isola dal resto d’Italia almeno fino al 31 maggio. Intanto, il governatore Nello Musumeci rimane in attesa del monitoraggio del governo.

Sardegna

Hanno riaperto ieri, giovedì 14 maggio, i parrucchieri e centri estetici della Sardegna. Intanto, il Presidente Christian Solinas si augura di poter riaprire i confini a partire dal prossimo 15 giugno.

Leggi anche: Riapertura ristoranti, bar e parrucchieri dal 18 maggio: cosa cambia in definitiva

[email protected]

Argomenti: ,