Come diventare ricchi a 25,35 e 40 anni: la strategia per le nuove generazioni

Come diventare ricchi a 25, 30 e 40 anni, la strategia per arricchirsi secondo Bone Fide Wealth.

di , pubblicato il
Come diventare ricchi a 25, 30 e 40 anni, la strategia per arricchirsi secondo Bone Fide Wealth.

Il primo passo per diventare ricchi è risparmiare. Sembra una banalità, ma sono in pochi a mettere in pratica questa semplice regola. Un esperto pianificatore finanziario (Douglas Boneparth) ha rilasciato un’intervista all’edizione statunitense di Business Insider, offrendo alcuni consigli ai millennial su cosa dovrebbero fare a 25, 30, 35 e 40 anni per arricchirsi.

Boneparth, presidente di Bone Fide Wealth, ha affermato come l’equazione millennial=ricchi non sia così impossibile come in molti credono negli Stati Uniti d’America. Il pianificatore finanziario americano, prima di concentrarsi sulla strategia da seguire tra i 25 e 40 anni, ha sottolineato come l’1% della popolazione più ricca negli USA guadagna in un anno poco più di 400 mila dollari e può vantare un patrimonio di oltre 10 milioni di dollari.

25 anni

Una persona a 25 anni dovrebbe concentrarsi sui propri obiettivi, mettendoli in ordine di priorità. Questa è la ricetta di Douglas Boneparth, che ha spiegato come a 25 anni un individuo debba iniziare a risparmiare “per avvantaggiare dell’interesse composto”.

 

30 anni

Il punto di non ritorno. Secondo il pianificatore finanziario intervistato da Business Insider, chi è arrivato a 30 anni e non ha ancora gettato una base finanziaria solida non può aspettare oltre. Boneparth consiglia di risparmiare per compiere un acquisto importanti nei successivi 4-5 anni anni (una casa per esempio).

 

35 anni

 

Se fino a 30 anni è da prediligere la visione a breve termine, le cose cambiano a partire dai 35 anni. Sempre stando alle parole del numero uno di Bone Fide Wealth, a questa età i millennial dovrebbero pensare ad automizzare ogni forma di risparmio, contribuendo agli anni della pensione.

 

40 anni

 

Infine, a 40 anni è tempo di rivalutare i propri obiettivi, analizzando una seconda volta (dopo averlo fatto già a 25 anni) il flusso di entrate e uscite.

Leggi anche: Gli uomini più ricchi del mondo: ecco i paperoni dell’ultimo decennio

Per rettifiche, domande, informazioni o comunicati stampa scrivete a [email protected]

Argomenti: ,