Xiaomi RedMi Note Prime è ufficiale: scheda tecnica del phablet low cost

Xiaomi lancia il suo nuovo phablet di fascia medio-bassa: RedMi Note Prime. Ecco caratteristiche tecniche, prezzo e disponibilità.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Xiaomi lancia il suo nuovo phablet di fascia medio-bassa: RedMi Note Prime. Ecco caratteristiche tecniche, prezzo e disponibilità.

Low cost sì, ma affatto low qualità: Xiaomi RedMi Note Prime è un phablet di fascia medio-bassa con una scheda tecnica parecchio interessante e con un prezzo piuttosto economico, visto che al cambio in euro costa solo 116 euro. Presenta di recente nel mercato asiatico e, soprattutto, al mercato indiano, il nuovo phablet Xiaomi presenta un più che discreto rapporto tra qualità e prezzo, ma attualmente è disponibile ovviamente solo sul mercato asiatico. In attesa che arrivi in Italia, andiamo a scoprire scheda tecnica e prezzo di Xiamo RedMi Note Prime.  

Xiaomi RedMi Note Prime: caratteristiche tecniche

Xiaomi RedMi Note Prime misura 154 millimetri di altezza, 78,7 mm di larghezza e 9,4 mm di spessore e ha un peso complessivo di 185 grammi, e presenta un display da 5,5 pollici con tecnologia IPS e risoluzione HD 1280×720 pixel, dotato di processore Qualcomm Snapdragon 410 quad core da 1.2 GHz equipaggiato con GPU Adreno 306, 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna espandibile tramite microSD. Disponibile in versione Dual SIM, questo phablet si compone di un sensore principale da 13 megapixel e di un sensore anteriore da 5 megapixel, mentre tra le connettività troviamo anche il supporto alla rete 4G LTE. Il sistema operativo è Android 4.4 KitKat personalizzato con interfaccia proprietaria MIUI 7, mentre la batteria da 3100 mAh garantisce una buona autonomia.  

Xiaomi RedMi Note Prime: prezzo e disponibilità

Xiaomi RedMi Note Prime sarà disponibile all’acquisto a partire dalla giornata di domani alle ore 10 sulla versione indiana di Amazon e ovviamente sul sito ufficiale Mi.com: il costo è di 8.499 rupie, corrispondenti al cambio attuale a circa 116 euro. Un ottimo rapporto tra qualità e prezzo se anche nel nostro Paese dovesse mantenere gli stessi standard della versione indiana – al massimo prevediamo un rialzo fino a 149 euro, ma se restasse sotto i 120 euro sarebbe di sicuro un phablet su cui fare più di un pensierino.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Prezzi, Schede tecniche, Smartphone