Xiaomi Mi Drone: caratteristiche e prezzo del drone low cost

Xiaomi presenta Mi Drone, disponibile in due configurazioni, di cui una con risoluzione 4K: ecco quello che sappiamo su questo quadricottero.

di , pubblicato il
Xiaomi presenta Mi Drone, disponibile in due configurazioni, di cui una con risoluzione 4K: ecco quello che sappiamo su questo quadricottero.

Dopo gli smartphone, Xiaomi vuole conquistare una capiente fetta del mercato anche nel settore dei droni e lo fa con due dispositivi: uno che sarà lanciato a luglio e che vanta caratteristiche premium, l’altro – più economico – che sarà finanziato tramite crowdfunding e che vanterà una risoluzione inferiore rispetto al modello principale. Con Mi Drone, Xiaomi ha il nobile scopo di voler democratizzare questa tecnologia, attualmente abbastanza esosa se si guarda agli altri competitors principali, con prezzi che, seppur di discreta fattura, appaiono low cost a fronte di altri modelli con le stesse specifiche ma dal prezzo meno abbordabile. Inoltre Xiaomi si porta avanti, andando a prediligere configurazioni che in futuro saranno personalizzabili, magari attraverso l’implementazione di accessori esterni. Andiamo quindi a dare un’occhiata a Xiaomi Mi Drone, il quadricottero che mira a dare una svolta consumer a un settore ancora ricco di potenzialità.   [tweet_box design=”box_09″ float=”none”]#Xiaomi #MiDrone: passepartout di Xiaomi nel mondo dei droni di qualità[/tweet_box]  

Xiaomi Mi Drone: specifiche e configurazioni

Partiamo dal modello più economico e meno “performante”, ma comunque estremamente interessante, anche perché sarà l’oggetto di una campagna di crowdfunding che partirà oggi, giovedì 26 maggio, e che sarà dunque finanziabile tramite una raccolta fondi sul sito Mi Home. Questo modello vanterà una fotocamera con risoluzione Full HD a a 1080p e monterà una batteria con capacità da 5100 mAh che garantisce un’autonomia di volo fino a 27 minuti. Acquistabile al prezzo di soli 380 dollari, questo Mi Drone low cost vanta anche il supporto di un telecomando che, tramite apposita applicazione, ci consentirà di controllare tutti i dettagli relativi al drone e al suo utilizzo: dall’autonomia residua della batteria, al percorso tracciato tramite GPS sulla mappa, fino ala regolazione e alle impostazioni di altre funzionalità.   L’altro modello – ben più interessante – vanta invece una fotocamera con risoluzione 4K e naturalmente costerà di più, visto che si arriverà a 460 dollari. Nel mese di luglio sarà distribuito in fase beta a un numero ristretto di utenti. Così come l’altro, anche questo modello di drone vanta eliche staccabili, così come la fotocamera, per eventuali future personalizzazioni. Le specifiche, invece, fatta eccezione per il modulo fotografico, sono le stesse del fratello minore. La videocamera del Mi Drone 4K sarà capace di ruotare a 360 gradi, offrendo panoramiche spettacolari e riprese mozzafiato nella elevata risoluzione 4K, con il telecomando che, oltre a consentirci di monitorare tutti i dettagli per non lasciare nulla al caso, si servirà anche del nostro smartphone – su cui scaricherete l’applicazione necessaria – al fine di visualizzare live lo streaming delle riprese effettuate dal drone stesso.

  Xiaomi Mi Drone è molto simile come design a diversi suoi competitors, ma di certo può vantare un prezzo molto competitivo sul mercato, che gli consentirà di acquisire una vasta platea di utenti interessati, inizialmente sul mercato cinese, e poi via via all’estero. Sicuramente Xiaomi Mi Drone rappresenta un dispositivo molto interessante, ma nel nostro Paese dovremmo forse aspettarci una maggiorazione del prezzo di circa 100 euro, il che lo rende meno economico, ma comunque più alla portata di diversi altri modelli.   [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=YIDKMpM_uSc[/youtube]

Argomenti: ,