Windows 7 chiude il 30 ottobre: PC in vendita solo con Windows 8

Dal 30 ottobre 2014 non sarà più possibile acquistare un PC con Windows 7 precaricato. Dovranno farsene una ragione aziende come HP e Dell, ma anche utenti semplici e videogiocatori, mentre le aziende potranno sempre scegliere l'opzione del downgrade.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Dal 30 ottobre 2014 non sarà più possibile acquistare un PC con Windows 7 precaricato. Dovranno farsene una ragione aziende come HP e Dell, ma anche utenti semplici e videogiocatori, mentre le aziende potranno sempre scegliere l'opzione del downgrade.

Microsoft chiude Windows 7 e lo fa il 30 ottobre 2014: la notizia è di un anno fa e ormai ci siamo. A due giorni dalla fatidica data, tuttavia, potete dormire sonni tranquilli. Gli aggiornamenti continueranno ancora per diversi anni: insomma, Windows 7 non farà la fine di Windows XP; semplicemente, dal 30 ottobre 2014, non sarà più possibile acquistare PC con Windows 7 già preinstallato.   Pertanto, se Windows 8 non volete vederlo neppure con il binocolo ma avete intenzione di acquistare un computer, vi consigliamo di recarvi nei più vicini centri prima che i PC con Windows 7 finiscano.   TI POTREBBE INTERESSARE Windows 10, prime novità: per Microsoft è un nuovo inizio  

Windows 7: è davvero la fine?

Assolutamente no: Windows 7 continuerà a operare tranquillamente per i prossimi anni e c’è di più, visto che le aziende potranno continuare a utilizzare questo sistema operativo anche se acquistano un PC con Windows 8.1 attraverso il metodo del downgrade.   Di contro aziende come HP e Dell dovranno fare i conti con il 30 ottobre 2014, visto che le due case hanno spinto fino all’ultimo giorno possibile le vendite dei propri PC con Windows 7.   Parlando di aggiornamenti, Micosoft fornirà gratuitamente il supporto a Windows 7 fino al 14 gennaio 2020 per ciò che concerne la sicurezza (Service Pack 1 sarà aggiornato gratuitamente fino a gennaio 2015), quindi ci resta ancora tanto tempo prima di mettersi le mani tra i capelli come abbiamo fatto per Windows XP.   Chi sarà un po’ più scontento sono i videogiocatori: secondo un sondaggio di Steam, infatti, Windows 7 è ancora il sistema operativo più utilizzato e amato. Sulla piattaforma Valve, il 47,73% di videogiocatori utilizza Windows 7 contro un risicato 28,9% utilizza Windows 8/8.1.   Per il resto non dobbiamo fare altro che attendere metà 2015, quando Windows 10 vaporizzerà tutte queste divisioni tra Windows 8 (e successivi) e Windows 7 e metterà d’accordo tutti gli utilizzatori finali. Speriamo…

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Sistemi operativi

Leave a Reply