Windows 10: tra app universali e realtà aumentata ci sarà da divertirsi

Tra app universali e realtà aumentata con HoloLens, con Windows 10 Microsoft ci sta disegnando un futuro davvero imperdibile: fortunato chi nasce in questa generazione.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Tra app universali e realtà aumentata con HoloLens, con Windows 10 Microsoft ci sta disegnando un futuro davvero imperdibile: fortunato chi nasce in questa generazione.

Sarà disponibile alla fine di luglio, ma non si conosce ancora la data precisa e ufficiale: certo è che questa estate sarà molto importante per Microsoft, perché sarà la stagione del debutto ufficiale di Windows 10. E come hanno fatto sapere i vertici di Redmond, sarà un sistema operativo che supererà ogni aspettativa, non solo grazie alle numerose novità che apporterà, ma anche grazie a features tecnologiche che ci parlano di futuro (non troppo lontano) e di cose che ci divertiranno un sacco, come la realtà aumentata generata dal visore HoloLens, ma anche come le app universali che verranno supportate su ogni dispositivo, sia che abbia lo schermo grande sia che abbia quello piccolo, sia infine che non ce l’abbia proprio.  

L’ecosistema delle app universali

Cominciando dalla prima vera novità rivoluzionaria, le app universali potranno essere supportate da tutti i dispositivi, dai PC Desktop da 17,6 pollici fino alle HoloLens senza schermo. Per dirla con le parole di Satya Nadella, “Windows 10 non è una nuova versione, bensì una nuova generazione“. Un nuovo inizio, un principio inedito dal quale (ri)partire per dare al futuro l’immagine che abbiamo sempre sognato o immaginato grazie alla fantascienza e alla scienza. Alla base di tutto c’è il codice, al quale le app dovranno poi adattarsi: è questo codice che renderà l’esperienza di Windows 10 un’esperienza unica e unificata per tutti i dispositivi.   Sarà tutto un personal computer, anche lo smartphone, anche le lenti grazie alle quali potremo vedere gli ologrammi: sarà sufficiente collegare i necessari supporti per far diventare qualsiasi dispositivo un vero e proprio computer. E non dimentichiamo l’altra grande novità, l’altra grande rivoluzione, ovvero la compatibilità con l’ecosistema delle app di Android e iOS: c’è chi dice che Microsoft potrebbe essersi arresa alla concorrenza, ma in realtà questa mossa prolunga quella strategia iniziata con l’introduzione di Office per iPad. La Microsoft di Nadella non è più (fortunatamente) un ambiente chiuso e Windows 10 continuerà a dimostrarlo. Secondo noi si rivelerà sicuramente una mossa vincente.  

HoloLens: la realtà aumentata di Windows 10

Ricordate Minority Report, il film di Steven Spielberg tratto dal racconto – molto più bello a parer nostro – di Philip K. Dick? Ricordate quando Tom Cruise spostava con le mani ologrammi di schede sospese nel vuoto fino a trovare l’informazione desiderata. Ecco, con le HoloLens che Microsoft sta progettando, e che si baserà anch’esso su Windows 10, il nostro futuro potrebbe essere proprio questo. E non solo, ovviamente.   Sullo schermo ecco proiettata la partita di calcio che vogliamo vedere, mentre su un’altra parete il faccione del nostro capo in videoconferenza su Skype e poi, quando si vuole parlare o disquisire di qualcosa, ecco un robot comparire dal nulla, che ci mostra che tempo fa fuori e ci sorride. E poi, ancora, andare su Marte, studiare l’anatomia del corpo umano, fronteggiare il teschio di un tirannosauro o navigare in un vero e proprio mappamondo, come ben dimostrano i video che Microsoft HoloLens ha recentemente rilasciato sul proprio canale YouTube e con il quale vi lasciamo. Buona visione!     Stupefacente, vero?  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Windows 10