WhatsApp spiato con questa app, ecco come fare per risolvere il problema

Inquietane estensione per WhatsApp, ecco l'app che consente di spiare tutti i movimenti effettuati in chat. Come fare per difendersi dagli spioni?

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Inquietane estensione per WhatsApp, ecco l'app che consente di spiare tutti i movimenti effettuati in chat. Come fare per difendersi dagli spioni?

Ancora una volta brutte notizie per coloro che sono particolarmente attivi su WhatsApp. Gli impiccioni e gli spioni sono sempre dietro l’angolo, stavolta la minaccia si chiama Whatchat, applicazione in grado di spiare quel che accade nella chat. Cosa fare in questo caso se si è vittima di quest’app? Andiamo a scoprirlo insieme.

WhatsApp sotto assedio dagli spioni

L’idea di qualche mese fa avuta dallo sviluppatore Robert Heaton è diventata realtà, scovato infatti sull’App Store un software capace di spiare le azioni fatte dagli utenti su WhatsApp, come lo stato online o offline, l’ora dell’ultimo accesso. WhatChat però fa di più, nel senso che riceve tutte queste informazioni da WhatsApp istantaneamente, diventando in pratica una sua estensione una volta installato. E’ quindi in grado di creare un database sulla persona indicata da voi, nel momento in cui scegliete chi spiare.

Potrebbe interessarti anche: Netflix, uscite aprile, arrivano i Monty Python con film e serie cult

In questo modo Whatchat vi compila un vero e proprio storico delle attività svolte dalla persona che state spiando. L’algoritmo di questa chat però va ancora oltre, analizza infatti le attività di tutti i contatti della vostra rubrica, in tal modo cerca di stabilire delle connessioni, cercando quindi di farvi capire se il contatto X che avete in rubrica ha parlato con il contatto Y della vostra stessa rubrica. Insomma, per coloro che hanno sospetti su relazioni segrete, è una manna ricca di congetture. Insomma, i partner gelosi ne andranno sicuramente a caccia.

Per fortuna però esiste la contromisura. Basta non permettere a WhatsApp di inviare ai server questo genere di informazioni. Andate nella sezione privacy del menu account e disattivate la voce ultimo accesso dalle impostazioni. A questo punto non sarà più possibile vedere a che ora vi siete collegati nell’app e tutta la logica sulla quale si regge l’app impicciona va a farsi benedire.

Potrebbe interessarti anche: L’Arizona blocca Uber, basta guida autonoma dopo la tragedia di Tempe

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: novità WhatsApp, Chat